Archivi del giorno: 2 dicembre 2008

De Magistris, sequestrati procedimenti “Poseidone” e “Why not”

Da http://www.19luglio1992.com/index.php?option=com_content&view=article&id=885:de-magistris-sequestrati-procedimenti-qposeidoneq-e-qwhy-notq&catid=20:altri-documenti&Itemid=43:

…Oggetto dell’inchiesta del pool salernitano sono la revoca a De Magistris dell’inchiesta “Poseidone”, l’avocazione allo stesso pm dell’inchiesta “Why not”, e le attivita’ svolte successivamente dai magistrati cui sono state assegnate. In tale contesto, la Procura Campana ha disposto il sequestro dei procedimenti “Why not” e “Poseidone”, e “di tutti gli stralci intervenuti con riferimento alle due inchieste, in quanto ritenuti gestiti con la finalita’ di favorire indagati, danneggiare l´originario titolare dott. De Magistris, persone informate sui fatti e consulenti tecnici nominati dall’originario pm”.

Elenco degli azionisti della banca d’Italia

Ecco un documento che mostra l’elenco degli azionisti della banca d’Italia:

http://www.bancaditalia.it/bancaditalia/funzgov/gov/partecipanti/Partecipanti.pdf

Ecco copiata e incollata la lista (non si sa mai che facciano sparire il documento):

Ente partecipante Numero quote Numero voti % quote
Intesa Sanpaolo S.p.A. 91035 50 30.3%
UniCredito Italiano S.p.A. 47184 50 15.7%
Banco di Sicilia S.p.A. 19028 42 6.3%
Assicurazioni Generali S.p.A. 19000 42 6.3%
Cassa di Risparmio in Bologna S.p.A. 18602 41 6.2%
INPS 15000 34 5.0%
Banca Carige S.p.A. – Cassa di Risparmio di Genova e Imperia 11869 27 4.0%
Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. 8500 21 2.8%
Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. 7500 19 2.5%
Cassa di Risparmio di Biella e Vercelli S.p.A. 6300 16 2.1%
Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza S.p.A. 6094 16 2.0%
Cassa di Risparmio di Firenze S.p.A. 5656 15 1.9%
Fondiaria – SAI S.p.A. 4000 12 1.3%
Allianz Società per Azioni 4000 12 1.3%
Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno S.p.A. 3668 11 1.2%
Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo S.p.A. 3610 11 1.2%
Cassa di Risparmio di Asti S.p.A. 2800 9 0.9%
Cassa di Risparmio di Venezia S.p.A. 2626 9 0.9%
Banca delle Marche S.p.A. 2459 8 0.8%
INAIL 2000 8 0.7%
Milano Assicurazioni 2000 8 0.7%
Friulcassa S.p.A. – Cassa di Risparmio Regionale 1869 7 0.6%
Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia S.p.A. 1126 6 0.4%
Cassa di Risparmio di Ferrara S.p.A. 949 5 0.3%
Cassa di Risparmio di Alessandria S.p.A. 873 5 0.3%
Cassa di Risparmio di Ravenna S.p.A. 769 5 0.3%
Banca Regionale Europea S.p.A. 759 5 0.3%
Cassa di Risparmio di Fossano S.p.A. 750 5 0.3%
Cassa di Risparmio di Prato S.p.A. 687 5 0.2%
Unibanca S.p.A. 675 5 0.2%
Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno S.p.A. 653 5 0.2%
Cassa di Risparmio di S. Miniato S.p.A. 652 5 0.2%
Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna S.p.A. 605 5 0.2%
Banca Carime S.p.A. 500 5 0.2%
Società Reale Mutua Assicurazioni 500 5 0.2%
Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana S.p.A. 480 4 0.2%
Cassa di Risparmio di Terni e Narni S.p.A. 463 4 0.2%
Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. – CARIM 393 3 0.1%
Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A. 377 3 0.1%
Cassa di Risparmio di Bra S.p.A. 329 3 0.1%
Cassa di Risparmio di Foligno S.p.A. 315 3 0.1%
Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. 311 3 0.1%
CARISPAQ – Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila S.p.A. 300 3 0.1%
Cassa di Risparmio della Spezia S.p.A. 266 2 0.1%
Cassa di Risparmio della Provincia di Viterbo S.p.A. 251 2 0.1%
Cassa di Risparmio di Orvieto S.p.A. 237 2 0.1%
Cassa di Risparmio di Città di Castello S.p.A. 228 2 0.1%
Banca Cassa di Risparmio di Savigliano S.p.A. 200 2 0.1%
Cassa di Risparmio di Volterra S.p.A. 194 1 0.1%
Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti S.p.A. 151 1 0.1%
Banca CRV Cassa di Risparmio di Vignola S.p.A. 130 1 0.0%
BIPOP CARIRE, Società per Azioni 130 1 0.0%
Cassa di Risparmio di Fermo S.p.A. 130 1 0.0%
Cassa di Risparmio di Savona S.p.A. 123 1 0.0%
TERCAS – Cassa di Risparmio della Provincia di Teramo S.p.A. 115 1 0.0%
Cassa di Risparmio di Civitavecchia S.p.A. 111 1 0.0%
CARIFANO – Cassa di Risparmio di Fano S.p.A. 101 1 0.0%
Cassa di Risparmio di Carrara S.p.A. 101 1 0.0%
CARILO – Cassa di Risparmio di Loreto S.p.A. 100 1 0.0%
Cassa di Risparmio di Spoleto S.p.A. 100 1 0.0%
Cassa di Risparmio della Repubblica di S. Marino S.p.A. 36 0.0%
Banca CARIPE S.p.A. 8 0.0%
Banca Monte Parma S.p.A. 8 0.0%
Cassa di Risparmio di Rieti S.p.A. 8 0.0%
Cassa di Risparmio di Saluzzo S.p.A. 4 0.0%
Banca del Monte di Lucca S.p.A. 2 0.0%
Totale 300000 582 100.0%

Si noti che il banco di Sicilia fa parte del gruppo unicredito, che così controllerebbe il 22.1%. Poi sarebbe interessante sapere il dato che tiene conto delle partecipazioni incrociate tra gli istituti che appaiono nella lista, cioè se la banca X è azionista della banca Y, la banca X in realtà controlla una quota maggiore di quello che appare.

“Un patto tra Cosa nostra e la politica — I boss scelsero candidati di FI e Udc”

Da http://www.repubblica.it/2008/09/sezioni/cronaca/mafia-5/patto-cosa-nostra-politica/patto-cosa-nostra-politica.html:

In mille pagine, il giudice motiva la sentenza che condanna i capi mandamento. Provenzano decide di inserire uomini fidati nelle liste, la sua lobby per il comando “Un patto tra Cosa nostra e la politica
I boss scelsero candidati di FI e Udc”

Cosa Nostra di Bernardo Binnu Provenzano è “lobby o partito?”… la mafia può essere l’uno o l’altro, lobby o partito, a seconda dei tempi.

…Scelgono i candidati per le elezioni ormai prossime e si attivano per affiancarli a uomini influenti dello schieramento del Polo delle Libertà. In particolare di Forza Italia e dell’Udc”.

…Provenzano “punta all’immersione” e “suggerisce di cercare rapporti e offrire sostegno a nuove forze politiche nazionali che stanno nascendo sulle rovine del vecchio sistema dei partiti”

…E allora il leader corleonese arrestato a Montagna dei Cavalli decide di “creare una “cordata riservata” che studi il modo di interagire con la politica”. …Di questo gruppo fa parte “pure l’onorevole regionale Giovanni Mercadante, eletto nel 2001 nelle liste di Forza Italia”.

… Il gotha mafioso è chiamato a scelte importanti che lasceranno il “segno” per gli anni venturi”. L’Italia bipolare, osserva il gup, “probabilmente è a un bivio. Ma in Sicilia il Polo delle Libertà è ancora forte di quel 61 a zero del 2001, con una componente Udc che, oltre ad esprimere il presidente della Regione, costituisce quasi un terzo dell’elettorato nazionale di quel partito”.

“La decisione sulla coalizione da votare sembra scontata, c’è una netta preferenza per il Polo della libertà”. Provenzano, il reggente di Cosa Nostra dopo l’arresto di Totò Riina, sceglie di “internalizzare la rappresentanza politica, ossia mobilitare il proprio peso elettorale in favore di membri interni alla associazione da presentare come candidati, appoggiando persone legate da stretti vincoli di amicizia o parentela al capo o ai capi delle cosche”.

Ma a svelare la nuova strategia politica di Cosa Nostra, il nuovo schema di “internalizzazione” che si ripete anche in altri casi, è il rapporto fra “i Mandalà” e Francesco Campanella. Quest’ultimo è considerato dal gup “uomo ponte” fra le cosche e il mondo politico. “Al suo matrimonio sono suoi testimoni il leader dell’Udeur Clemente Mastella e l’onorevole Salvatore Cuffaro”.

“Non collateralismo, dunque, ma leadership, è questo l’orientamento prevalente di Cosa Nostra”.

“Internalizzare la rappresentanza – spiega ancora il gup – significa essere più forti nella costituzione di lobby politico-mafiose da utilizzare in posizioni chiave della vita economica, politica e istituzionale”…

dicembre: 2008
L M M G V S D
« Nov   Gen »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
  • Archivi

  • Commenti recenti

  • wordpress visitors
  • Meta