Archivi del giorno: 18 marzo 2009

I messaggi del Massone, ovvero l’Italia contemporanea spiegata da Corrado Guzzanti

http://www.youtube.com/view_play_list?gl=IT&hl=it&p=FE7B746F3E136B8D

Senza tregua

Ecco un’altra intervista a De Magistris

Dopo la sua candidatura ecco che il sistema reagisce immediatamente: spunta una nuova indagine contro di lui.

http://www.antimafiaduemila.com/index.php?option=com_content&task=view&id=13988&Itemid=48

De Magistris indagato con accuse ridicole e infondate
Non ci sono parole per commentare la notizia, appena battuta dalle agenzie, secondo la quale Luigi De Magistris sarebbe indagato dalla procura capitolina “per i reati di abuso d’ufficio e interruzione di pubblico servizio insieme con sette pm di Salerno, tra cui l’ex procuratore Luigi Apicella”.
Il fascicolo sarebbe stato trasmesso a Roma dai magistrati di Catanzaro, ossia quei giudici sui quali la procura di Salerno stava svolgendo indagini prima che scattassero, per i titolari di quelle stesse indagini e per l’allora procuratore capo Apicella (colpevole di aver posto un timbro su un decreto di sequestro probatorio giudicato perfettamente legittimo dal Tribunale del Riesame), le medesime immotivate sanzioni disciplinari del Csm che già avevano colpito lo stesso De Magistris. Quei giudici sospettati di aver insabbiato le inchieste dell’ex pm di Catanzaro che riguardavano non soltanto “personaggi eccellenti” del mondo politico-istituzionale ma anche soggetti interni alla magistratura.
Le nuove accuse rivolte a De Magistris, ossia quelle di aver strumentalizzato l’intero ufficio di procura di Salerno (compresi quei magistrati che non si stavano occupando del suo caso) per piegarlo ai suoi desiderata sono assolutamente ridicole. Oltre che infondate, come ha specificato anche l’avvocato del neo-indagato Stefano Montone. Che ha parlato, e lo condividiamo, di “tesi paradossale” spiegando che secondo la magistratura catanzarese De Magistris sarebbe stato “l’ispiratore, oltre che l’istigatore, delle attività giudiziarie dell’intera procura di Salerno”.
Che la notizia della candidatura di De Magistris alle europee avrebbe suscitato reazioni, e magari qualche (fondato) timore, era più che prevedibile. Ma come sempre all’indecenza non c’è limite.

BREAKING NEWS (2): dopo De Magistris anche il giornalista Carlo Vulpio candidato alle elezioni europee per l’Italia dei Valori

BREAKING NEWS (2): dopo il giudice De Magistris anche il giornalista Carlo Vulpio candidato alle elezioni europee per l’Italia dei Valori (megagalattico bis! :-D)

Vulpio è il giornalista a cui corriere della sera aveva tolto l’incarico di seguire le inchieste di De Magistris perchè raccontava tutto, anche facendo i nomi dei personaggi coinvolti anziché tacere sul marciume e la corruzione del sistema

http://www.antoniodipietro.com/2009/03/carlo_vulpio_in_europa.html