Manganelli canterini – Marco Travaglio – Voglio Scendere

Manganelli canterini – Marco Travaglio – Voglio Scendere:

Zorro
l’Unità, 25 marzo 2009

Il vicequestore Gioacchino Genchi, da 20 anni consulente dei giudici in indagini di mafia e corruzione, è stato sospeso dal servizio. Motivo: ha rilasciato interviste per difendersi dalle calunnie e ha risposto su facebook alle critiche di un giornalista. «Condotta lesiva per il prestigio delle Istituzioni» che rende «la sua permanenza in servizio gravemente nociva per l’immagine della Polizia». Firmato: il capo della Polizia, Antonio Manganelli. Se Genchi avesse massacrato di botte qualche no global al G8 di Genova, sarebbe felicemente al suo posto e avrebbe fatto carriera (Massimo Calandri, «Bolzaneto, la mattanza della democrazia»): Vincenzo Canterini, condannato a 4 anni in primo grado per le violenze alla Diaz, è stato promosso questore e ufficiale di collegamento Interpol a Bucarest. Michelangelo Fournier, 2 anni di carcere in tribunale, è al vertice della Direzione Centrale Antidroga. Alessandro Perugini, celebre per aver preso a calci in faccia un quindicenne, condannato in primo grado a 2 anni e 4 mesi per le sevizie a Bolzaneto e a 2 anni e 3 mesi per arresti illegali, è divenuto capo del personale alla Questura di Genova e poi dirigente in quella di Alessandria. Le loro condotte non erano «lesive per il prestigio delle Istituzioni» e la loro presenza è tutt’altro che «nociva per l’immagine della Polizia». Ma forse c’è stato un equivoco: Manganelli voleva difendere Genchi e sospendere Canterini, Fournier e Perugini, ma il solito attendente coglione ha capito male. Nel qual caso, dottor Manganelli, ci faccia sapere.

Il blog di Gioacchino Genchi

5 risposte a “Manganelli canterini – Marco Travaglio – Voglio Scendere

  1. Il nostro è proprio il paese dei” contrari”. A volte ho come l’impressione di vivere in un luogo stregato , dominato da una forza maligna, da un mostro che tutto ingoia avidamente e che impone le sue leggi ingiuste attraverso il terrore o portando ad uno stato di sopore cerebrale le persone che pensa di dominare.A tal proposito mi viene spesso in mente la strega karabà e il mostro della fontana nellabellisssima fiaba africana di Chiricù.Ormai non riusciamo più neanche a sorprenderci di tutte le ingiustizie e vessazioni che ogni giorno viviamo o a cui assistiamo . Era prevedibile che per Genchi finisse così. Quì l’ unica cosa ormai non più prevedibile è quando tutto questo finirà, quando potremo finamente liberarci da questa maschera di ferro e riaffermare il senso della parola LIBERTÀ intesa come valore unico ,assoluto per cui tanti hanno dato la loro vita, mentre invece oggi essa è miseramente scaduta in una pluralità d’uso e di significati che nulla hanno a che vedrere con il suo VALORE ; la casa delle libertà, il popolo delle libertà…. in questo caso essa evoca un valore prostituito , violentato,, quello di una tenutaria, piuttosto che la vera libertà dell’uomo. La Libertà è diventata libertinaggio o meglio “liberticidio”. Cosa fare ?non lo so! Non più di due giorni fa a questa domanda un giovane mi ha risposto :”…il mondo è grande , vado via dall’Italia!” E per chi non è più tanto giovane? Auguro a Genchi tutto il bene di questo mondo, un caro saluto a Travaglio con la speranza che presto riusciremo a sconfiggere il mostro della fontana e la strega karabà! Ciao , Carmen

  2. Mi piacerebbe ricevere un messaggio di risposta da M. Travaglio, che io adoro e che seguo assiduamente.Gli sarei molto grata e soprattutto ne sarei molto felice!!!!!

  3. viva LA libertà!

  4. x carmen: se vuoi una risposta da travaglio, rivolgiti a lui, il suo blog è:

    http://voglioscendere.ilcannocchiale.it

  5. GRAZIE, MAXHKI!!! Buon 25 aprile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...