Antimafia Duemila – Processo Mori-Obinu: Brusca; a Riina proposero nel ’92 contatto con la Lega

Antimafia Duemila – Processo Mori-Obinu: Brusca; a Riina proposero nel ’92 contatto con la Lega.

“Tra l’omicidio di Salvo Lima e quello di Falcone alcuni politici si proposero a Riina per prendere il posto che era dell’europarlamentare ucciso.
Ma Riina non era soddisfatto, voleva di più. E qualcuno tentò di proporgli anche un contatto con la Lega di Bossi. Ma non so cosa ne fece, perché nel frattempo Riina aveva trovato il canale giusto ed era soddisfattissimo”. Lo dice il collaboratore di giustizia Giovanni Brusca, deponendo nel pomeriggio nell’aula bunker di Rebibbia nel processo al generale Mario Mori e al colonnello Mauro Obinu accusati di favoreggiamento alla mafia. Brusca ha parlato dell’avvio di una trattativa dopo l’omicidio Lima e la strage di Capaci, in cui Riina “offriva di porre fine a questo modo di procedere” di Cosa nostra. Rispondendo alle domande dei pm Nino Di Matteo e Antonio Ingroia, Brusca ha riferito dell’ipotesi di un tradimento che alcuni mafiosi avevano avuto sull’arresto di Riina. “Ci furono diversi commenti in Cosa nostra – ha detto – e molte voci, come quella in cui si diceva che prima dell’arresto di Riina la moglie di Provenzano si sarebbe incontrata con un carabiniere. Era una voce che mi venne riferita da mio cugino Santino Pullarà al quale lo aveva detto un maresciallo del Ros”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...