Antimafia Duemila – Mafia: Ingroia, su stragi svolta vicina, ora chi sa parli

Antimafia Duemila – Mafia: Ingroia, su stragi svolta vicina, ora chi sa parli.

“Chi sa parli: questo è il momento giusto per raccontare tutto su quello che è avvenuto fra il maggio e il luglio del 1992”.
Antonio Ingroia, procuratore aggiunto di Palermo, lancia un appello ritenendo che sulle stragi mafiose si sia ormai a una svolta nelle indagini: “I miei colleghi di Caltanissetta stanno procedendo con grande rigore, in questi mesi – dice il pm intervistato da Repubblica – stanno affiorando tanti particolari che possono fare finalmente luce su misteri durati troppo a lungo”. E anche a Palermo, puntualizza Ingroia, “sono venuti fuori particolari estremamente interessanti. E’ decisivo – insiste il magistrato – che chiunque sia a conoscenza di qualcosa su quelle vicende, dentro e fuori le istituzioni, si faccia avanti. Anche se sono ricordi lontani”. Secondo Ingroia, è un “segnale importante” che Copasir e commissione Antimafia abbiano deciso di indagare nuovamente sulle stragi di mafia a cavallo tra il ’92 e il ’93, ma alla politica il pm chiede un cambio di passo: “E’ il momento questo anche di fornire il massimo di strumenti operativi e legislativi per potere andare avanti per svelare le zone rimaste al buio”. In altri termini, spiega Ingroia citando le norme sui pentiti e sulle intercettazioni, “siccome da qualche anno la legislazione antimafia è stata caratterizzata da segnali negativi, in una fase delicata come questa bisognerebbe cambiare rotta”.

Una risposta a “Antimafia Duemila – Mafia: Ingroia, su stragi svolta vicina, ora chi sa parli

  1. è ora che la verità venga a galla e i politi che hanno voluto la sua morte come quella di Giovanni Falcone devono pagare il conto.Credo che la mafia abbia agito su comando di qualcuno o quanto meno abbia dato il proprio nulla osta,vedi la morte di Piersanti Mattarella,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...