www.nandodallachiesa.it | Mafia. Se Dell’Utri chiede di indagare

www.nandodallachiesa.it | Mafia. Se Dell’Utri chiede di indagare.

Scritto da Nando dalla Chiesa sull’Unità del 22 agosto

E dunque si faccia una bella commissione parlamentare d’inchiesta sulla stagione delle stragi di mafia. Siamo sinceri: chi tra gli antimafiosi non direbbe in astratto “finalmente!”? Solo che le cose hanno una loro concretezza…Solo che la proposta l’ha lanciata il senatore Marcello Dell’Utri. A settembre, se ancora non l’avrà fatto il Pdl, ci penserà lui a metterla nero su bianco. Ossia l’uomo che portò il boss assassino di Cosa Nostra Vincenzo Mangano, da lui considerato “un eroe”, a soggiornare nella villa di Arcore. Il parlamentare condannato in primo grado a nove anni di carcere per associazione mafiosa. Colui che, interrogato sull’esistenza della mafia, rispose plasticamente che, se esiste l’antimafia, vuol dire che esiste anche la mafia. Certo è vero, come egli argomenta, che “non si può stare a sentire parlare di accordo tra Stato e mafia come fosse un accordo tra Confindustria e sindacato”. Ma da quando, ecco la domanda, il senatore considera la mafia un nemico mortale suo, degli italiani e dello Stato? Di nuovo la concretezza.

E in effetti chi ha studiato la materia sa che le indagini sulle stragi lambirono, da parte di più procure, l’impero berlusconiano. Senza giungere a conclusioni di rilievo penale, tanto da essere archiviate. Ma lasciando, nelle carte, tracce di una qualche episodica e inquietante prossimità, connessioni logiche, indizi e supposizioni possibili, che non fu certo un orchestratore occulto a gettare sulle scrivanie degli investigatori. Ora a quelle indagini potrebbero essere offerti nuovi scenari e connessioni dalle dichiarazioni di Massimo Ciancimino, figlio di don Vito Ciancimino, il cervello politico storicamente più vicino ai corleonesi. E non occorre molto per capire che il contenuto delle sue dichiarazioni è il misterioso oggetto del desiderio di chi potrebbe esserne coinvolto, a qualunque titolo. Che un mondo assai articolato è in subbuglio. Totò Riina ha già detto la sua, in tono vagamente minaccioso. Una commissione d’inchiesta parlamentare, dotata degli stessi poteri della magistratura, avrebbe titolo a chiamare testimoni, a imporre deposizioni, a convocare gli stessi inquirenti. Potrebbe anche, per inesperienza, offrire la ribalta a deposizioni inattendibili, legittimare fior di depistatori per poi accusare di ogni peccato i magistrati. Insomma: se si vuole la verità su quella stagione oggi che le indagini si stanno riaprendo, l’inchiesta parlamentare è del tutto sconsigliabile. Sarebbe come dare alla politica (che ne può essere toccata) la possibilità di “buttarla in politica” e di indirizzare secondo i suoi interessi la ricerca della verità. Dati fatti e premesse, sarebbe una follia. Concretamente.

Una risposta a “www.nandodallachiesa.it | Mafia. Se Dell’Utri chiede di indagare

  1. Stasera si è parlato di compromessi. Penso non avere avuto, e o subito mai nella vita compromesso alcuno,vanno bene per farsi ammirare. Sono cose i compromessi per la destra tanto più è rozza, nelle promesse e nella direzione della persuasione occulta, gode. Ritrovare le capacità di sapere essere nell’esserci dentro una comunità nella visione di interpretare la tua convinzione nelle cose che sai vedere e interpretare che ne corrisponda anche con il linguaggio. Non è insegnare e o convincere, è nel saperlo organizzare con qualche milione di persone. La musica non può essere tale se la scrivi come te la chiedono, deve essere la tua. Non potrai vincere senza parole parole parole da tutti e con tutti, proprio tutti. Senza la libertà di parola è come bruciare i libri nelle piazze. Lo stanno facendo da troppo tempo i DEI locali del partito democratico, compreso gli onorevoli, sai per compiacere. Non posso fare dei nomi perchè sono in troppi. Anche tu li conosci, vieni chiamato ed evitano l’accadere del dialogo con le persone, forse per paura, se pensi che tengono tutti accesa una lampadina di notte quando guidano per paura del buio, non lo ammettono ti dicono che gli piace. Posso farti un nome di chi mai viene chiamato se non in qualche parrocchia qua e là: Nanni Moretti.
    State bene. Elio Manfredini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...