Antimafia Duemila – Di Pietro: ”Oggi la mafia e’ dentro le istituzioni”

Antimafia Duemila – Di Pietro: ”Oggi la mafia e’ dentro le istituzioni”.

”Perché sta accadendo tutto questo? Perché nonostante Mani Pulite e le inchieste sulla mafia nel nostro Paese non cambia nulla?”

Lo ha dichiarato il leader dell’Idv Antonio Di Pietro nel corso della manifestazione “La marcia della agende rosse” in corso a Roma e a cui stanno partecipando circa millecinquecento persone.
“Ho vissuto l’esperienza di  Mani Pulite è ho capito che per avere un Paese migliore è necessario un ricambio generazionale della classe politica. Bastavano queste 3 regole per dare un riconoscimento alle persone che hanno dato la loro vita: non candidare più i politici condannati in parlamento, non permettere agli amministratori che facciano il loro mestiere quando sono sotto processo e non permettere agli imprenditori sotto processo di partecipare alle gare pubbliche>>. Questi paletti erano sufficienti ha ammesso Di Pietro.
Purtroppo, ha continuato allarmato “ho capito che il vero conflitto di interessi è quello che sta dentro il Parlamento, perché certi parlamentari sono disposti a fare compromessi per mantenere quelle lobby di potere che governano questo Paese”. L’ultima è la legge sullo scudo fiscale, fatta per permettere a chi  ha capitali nascosti all’estero di riportarli in Italia “pagando una tangente come se non fosse successo niente”. “Ricordatevi che chi approverà questa legge in Parlamento farà un’azione criminale”. “Oggi c’è una mafia che sta dentro le istituzioni, che le utilizza, che non ha più bisogno di commettere reati. Oggi la mafia ha sbiancato i reati”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...