Intervista a Piera Aiello, prima testimone poi scarto : Pietro Orsatti

Intervista a Piera Aiello, prima testimone poi scarto : Pietro Orsatti.

La storia La cognata di Rita Atria, la prima a parlare a e a entrare nel programma di protezione, torna a Partanna per denunciare la situazione di abbandono in cui viene lasciato chi ha deposto credendo nello Stato
di Pietro Orsatti su Terra

Domenica scorsa Piera Aiello, la cognata di Rita Atria, la prima “testimone di ” di Paolo inserita in un programma speciale di protezione dei testimoni e da 18 anni allontanata dal suo paese, è tornata a Partanna, in provincia di Trapani, nella sua casa. Non è stato un ritorno alla normalità, tutt’altro. Ma un gesto di protesta estremo per denunciare le condizioni di abbandono e isolamento in cui versano i cittadini che hanno deciso di rilasciare testimonianza.
Alcuni appartenenti alle forze dell’ordine l’hanno riconosciuta e hanno “parlato” in giro, con leggerezza, della cosa. Cosa è successo dopo?
Ho comunicato il tutto, e l’unica cosa che ho saputo informalmente, perché finora nessuno e dico nessuno mi hai mai comunicato nulla, è che i due che hanno parlato “esternamente” dopo avermi riconosciuta in località segreta hanno ricevuto un avviso di garanzia. E c’è di peggio, dopo che ho denunciato la fuga di notizie le autorità mi hanno fatto capire che la mia dichiarazione «era tutta da verificare». Cioè, io sarei per loro una testimone attendibile al cento per cento solo quando parlo di mafia, non lo sono più quando segnalo i fatti di questi . Come se fossi impazzita dopo 18 anni di stenti, di lotta per ricostruirmi una vita e una famiglia.

Qualcuno è intervenuto?
Quando ho chiesto se potevo avere sistemi di protezione di qualche genere nella località dove risiedo con diversa identità, il sottosegretario Mantovano mi ha inviato un documento in cui mi diceva che il ministero non è più preposto per questo tipo di cose e che l’unico che ha competenze in questo ambito è il prefetto. Sentita dal prefetto è stata presa una decisione, quella di mettere una videosorveglianza collegata alla sala operativa dei . Il prefetto ha chiamato il sottosegretario e questi ha ribadito che «potevamo fare quello che volevamo» e che la competenza comunque rimaneva del prefetto anche se è indispensabile l’autorizzazione della commissione centrale del ministero. Fatta domanda, ad oggi nessuna risposta. E, ovviamente, non è arrivata la videosorveglianza.

Perché è scesa a Partanna?

Se sanno dove sono, se io non ho nessun sistema di sicurezza, se in qualche modo il problema sono io, tagliamolo alla radice. Torno a Partanna, allontanandomi dalla mia famiglia per garantire la loro sicurezza, e qui chiedo alle procure che cosa intendono fare di me. Venendo qui ho scoperto, qualche funzionario ufficiosamente me lo ha fatto capire, non sono più persona preposta ad avere una scorta. Io ci sono arrivata in macchina da sola qui, accompagnata solo da in poi da amiche dell’associazione Rita Atria. Nessuna scorta, nessuna copertura, nessuna tutela.

Possibile?
Un mio amico dei mi ha fatto sapere che c’è un ordine chiaro di non fornirmi una tutela.

Lei è ancora in pericolo di vita?
Le procure che hanno raccolto la mia testimonianza hanno dichiarato che correvo un elevato rischio. Per questo è scattato ed è stato mantenuto per anni il programma di sicurezza. Ora, nessuno mi ha mai comunicato che questo rischio non ci sia più. Non c’è una carta, la dichiarazione di un magistrato, niente.

Il suo è un caso unico?

Assolutamente no. C’è Conticello che anche lui aspetta un sistema di videosorveglianza. Masciari poi è un caso eclatante. Lo stesso vale per il testimone “Ulisse” con camorristi su cui lui ha deposto che dopo anni sono usciti dal carcere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...