Portella: il peccato originale dello Stato « Blog di Giuseppe Casarrubea

di Serena Minicuci

  1. RICOSTRUZIONE

Se di qualche certezza si può parlare affrontando la vicenda di Portella della Ginestra, forse l’unica è il dubbio.

La verità ufficiale, quella di stato, promossa dalla politica e approvata dai tribunali non convince, non ha mai convinto fin dal giorno stesso della strage.

Questa storia parla di un feroce bandito, Salvatore Giuliano e della sua banda, che terrorizzava la Sicilia negli anni immediatamente dopo la fine della seconda guerra mondiale.

Una banda così pericolosa e un capo così scaltro che tenne in scacco i corpi speciali che furono  inviati in Sicilia appositamente per reprimerla e che, nonostante l’esperienza e l’addestramento, non riuscirono a catturare vivo il bandito; solo per carabinieri e polizia Salvatore Giuliano era irraggiungibile; invece per giornalisti e giornaliste, come nel caso della Cyliacus, era rintracciabile senza troppi problemi.

Leggi tutto l’articolo: Portella: il peccato originale dello Stato « Blog di Giuseppe Casarrubea.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...