Antonio Di Pietro – Cambiare l’Italia – Blog Politici

Fonte: Antonio Di Pietro – Cambiare l’Italia – Blog Politici.

L’onorevole Nicola Cosentino, oltre che parlamentare, e’ sottosegretario al ministero dell’Economia. Non è un “sottosegretario” qualsiasi, e’ un “soprasegretario”: è il capo del Cipe, quindi del massimo organo economico che gestisce i soldi dello Stato. Chi e’ Nicola Cosentino?

La quattrocento pagine della richiesta di autorizzazione a procedere all’arresto emanata dai giudici campani e inviata alla Camera, dicono che Cosentino è un associato esterno della criminalità organizzata. In pratica: un componente esterno del clan dei Casalesi, la peggior organizzazione criminale camorristica presente in questo momento, e forse di tutti i tempi, nel nostro Paese.

E’ vero? Non è vero? Ho letto le quattrocento pagine dell’ordinanza con i quali i giudici chiedono l’arresto del sottosegretario del Pdl. Ma non possono arrestarlo perché è un parlamentare. Infatti, siccome è un deputato, la Camera deve dare l’autorizzazione all’arresto e, a parte l’Italia dei Valori, nessuno vuole concederla. Questo “giudice cattivone” non è comunista, ma è una persona che, semplicemente, si intestardisce per scoprire se un parlamentare, capo del Cipe, è anche un camorrista.

Credo che si debba dare l’autorizzazione a procedere ma, al contrario, il Parlamento sembra sia orientato a non concederla. E’ una volgarità morale: Cosentino, almeno, si dimetta dal Governo; faccia il parlamentare ma non rimanga membro del Governo. Non possiamo lasciargli le “chiavi del Cipe” se ci sono delle persone che lo accusano di aver intrattenuto rapporti con la camorra e il clan dei Casalesi.

La cosa ancora più grave è un’altra. Noi dell’Italia dei Valori abbiamo presentato una mozione affinché il Parlamento voti la sfiducia nei confronti di Cosentino (scarica e leggi la mozione). Sono stato avvicinato da parlamentari del centrodestra, stufi di essere rappresentati in questo modo, che mi hanno incoraggiato ad andare avanti e chiedere il voto segreto, perché nel segreto dell’urna voteranno anche loro per la sfiducia.

La regola dice che ci vogliono 60 parlamentari per firmare la mozione di sfiducia e per metterla ai voti. Noi dell’Italia dei Valori siamo 25. Ho chiesto a Bersani di far firmare la mozione di sfiducia contro Cosentino anche dai parlamentari del Partito Democratico e la risposta che ho ottenuto è stata: “No, siccome lo avete fatto voi dell’Italia dei Valori, non metto la firma sotto la vostra”. Che metta pure la sua firma sopra la mia, ma che firmi questo documento!

Sapete cosa mi ha risposto Bersani? Che la mozione di sfiducia l’avevano già depositata loro al Senato l’anno scorso, ma che non è mai stata messa all’ordine del giorno. Non è questo il problema: mettete all’ordine del giorno la mozione del Senato, che abbiamo già cofirmato, senza vergogna alcuna, poiché non soffriamo del complesso di inferiorità! Saremo meno numerosi, ma tonici, quanto basta per non sentirci secondi a nessuno.

Detto questo, Bersani, firma prima tu alla Camera, firma prima tu al Senato, ma ti prego, metti in condizione il Parlamento di mettere all’ordine del giorno la mozione di sfiducia nei confronti del sottosegretario Cosentino. Ne va del bene degli italiani, non è importante il diritto di primogenitura che, se vorrai, ti riconoscerò senza dubbio alcuno, per l’amor di Dio.

3 risposte a “Antonio Di Pietro – Cambiare l’Italia – Blog Politici

  1. Antonio Padovano di Ruvo di Puglia, ex generale, ex gladio, ex del sismi di Cesare Previti, ex golpe Borghese, ex terrorista nerissimo, ex P2 ( all'orecchio, se non all'oricchione...), ex banchiere vicino a Banca Mafiolanm, ops, sorry, Mediolanum

    PAOLO BARRAI DI MERCATO LIBERO E’ UN CIUCCIO, E’ UN CAGNACCIO DELLA FINANZA ( E NON SOLO): TI FA PERDERE TUTTI I TUOI RISPARMI.
    No, Gianni Girotto di Mercato Libero…ma mafioso, non venire a fare il Gianni e Pinotto sotto contratto al lecchino camorrista viscidissimo Emilio Fede, con le tue manipolazioni di verita’ ridicole. E se sei uomo, e non un mollusco, pubblicami. E a una tua risposta, permetti mia controrisposta, SEMPRE, FOSSE ANCHE PER 50 ANNI ( PERCHE’ NO, WAGLIO’?). Io ho 64 anni, sono un ex banchiere vicinissmo a Banca Ndrangolanum, ops, sorry, Camorranum, ops re sorry Mafiolanum, ops re resorry, Mediolanum, dei sciacquoni malavitosi del credito di Cosa Nostra Ennio Doris, Massimo Doris e Giorgio Pirovano ( che corrompono di brutto il loro fratello massone senatore Elio Lannutti di Adusbef e Idv; Elio Lannutti e’ una persona infima e corrottissima da tanti Berlusconiani, Doris in primis, e Antonio Di Pietro sarebbe bene che smettesse di sbagliare, nel cercarsi puzzolentissimi collaboratori come il camorrista Sergio De Gregorio prima, o il corrottissimo fascista Berlusconiano, Elio Lannutti ora; va beh che Antonio Di Pietro e’ massone e le monnezzze corrotte e malavitose come Elio Lannutti e Sergio De Gregorio son massoni pure, e senza Massoneria al mondo, non si campa, pero’ e che ca…), ma sono anche un ex generale dell’arma, ex Gladio, ex P2, ex dei servizi segreti e quindi non mi faccio fare stupido da nessuno. Ci siamo capiti? E i contatti buonissimi ancora li ho, anche se sono in pensione, ci siamo ricapiti? Son sempre stato di estrema destra: come citavo, ero iscritto a Gladio, sono amicissimo di Licio Gelli, di Marcello Dell’Utri, di Cesare Previti, conosco bene anche tutta la cosca, ops, sorry, tutta la famigghia, ops resorry, tutta la famiglia Berlusconi, dalla lesbica nazistissima Marina Berlusconi, agli assassini mega riciclatori di danaro mafioso, nonche’ massoni di fascistissimi e mega mandanti di omicidi, Paolo Berlusconi e Silvio Berlusconi. Quando Cesare Previti era ministro della difesa, nel 1994, ci chiamavano mimi’ e coco’, da quanto eravamo amici e sempre insieme, anche alla notte, anche a letto se serviva, oooooo. Di conseguenza, non potete venirmi a dire che sono contro il cagnaccio in affari finanziari, Paolo Barrai, per motivazioni simil ideologiche, anche perche’ so’ per certissimo che Paolo Barrai e’ pure un super nazifascista, ancor piu’ di estremissima destra di me, come e’ anche un leghista con posizioni estremissime, piu’ dure di quelle di Adolf Hitler, anzi, di Roberto Maroni, che significa, in ogni caso, Adolf Hitler ( Roberto Maroni e’ davvero un ominicchio pervertito sessuale e di merda; e’ un massone ebreo, ma ama Adolf Hitler; solo i deficienti piu’ pazzi e maniaci sessuali possono essere come Roberto Bobonazi Maroni), a un millimetro dal Xuxluxklan, se non all’interno del Xuxluxklan stesso. Quindi, allentato, anzi, smontatissimo il discorso ideologico, devo per forza ora aggiungere che Paolo Barrai e’ davvero un ridicolissimo cagnaccio assolutamente incapace di prevedere il futuro in Borsa o nei mercati delle commodities. Non ci azzecca mai, ooo, maiiii. Un asino imbranato e addormentatissimo e’ miliardi di volte meglio di lui. Mi ha dato sette consigli, sette cannate mostruose. A New York, mio nipote, Frank ” Ciccio beddu” Padovano, che lavora per Morgan Stanley ( banca di estremissima destra, come tutti noi in famiglia, d’altronde) mi ha detto che il ciuccione imbranatissimo in finanza, Paolo Barrai e’ esattamente come un reverse indicator: se ti dice compra, devi vendere, e cosi’ il contrario, allora si che fai soldi a palate. Aveva un suo ex amico, che invece era si una specie di mago degli affari finanziari, tale Michele “Michael Michaeluzzeddu” Nista” ( a cui tutt’ora scrocca opinioni di Borsa, via spie varie, per poi far passare le opinioni di questo simil genio in finanza, e non solo, Michael Michaeluzzeddu Nista, per sue; sto porco mafioso miserabile vigliacchissimo fascio e ladro di Paolo Barrai), ma essendo egli, ( alla fin fine, giustissimamente) fierissimo anti Berlusconiano, lo hanno, anzi, abbiamo complottato il piu’ possibile, quasi riducendolo al silenzio ( anche se non molla mai, grr che nervoso che ci fa venire, grrrrrrrr). D’altronde, noi, nel Pdl, abbiamo ordini precisissimi: chi e’ contro Silvio Berlusconi deve morire di fame, ” incidentato”, “suicidato”, ” avvelenato” o ammazzato proprio ( e sciolto nell’acido, sempre meglio non far capire aaaaa). Chi e’ pro Berlusconi, invece, deve avere soldi, donne, fama, macchinoni, cocaina gratis a tonnellate ( tanto, la mafia e’ tutta Berlusconianissima, che vuoi che ci faccia pagare, aoooo, con tutti i favori legislativi e monetario riciclanti che gli facciamo; vi ricordate di quando facemmo un night club per la Ndrangheta all’Ortomercato di Milano, “ for a king”, d’altronde? Ortomercato di Milano, dove da 50 anni, i Berlusconi ricevono mari di cash di Cosa Nostra e poi lo riciclano), successi infiniti, anche se finti, ma alla societa’, quel che conta, e’ che debbono sembrare infiniti. E questo anche se costui e’ un incapace totale e ciula in finanza, uno che non ci azzecca mai e poi mai in Borsa, come l’asino imbranatissimo in questioni di Borsa, Paolo Barrai, il cagnaccio incapace di Mercato Libero … ma mafioso. Scrivi di avvocati. Ma tu pensi che un lestofante, ladrone, delinquente chic e furbastro cocainomane come Paolo Barrai non ti faccia firmare clausole capestro, per cui, ti puo’ far perdere pure le mutande di lana, ricordo del tuo amatissimo nonno, ma in ogni caso, nulla gli possa accadere? Il mio avvocato e’ Gaetano Pecorella in persona, mentre prima, per decenni, inutile dire che e’ stato Cesare Previti, e mi ha assicurato che Paolo Barrai e’ un criminale assoluto, e’ il nuovo Michele Sindona, unito al frega soldi alle pensionate, Giampiero Fiorani, con una buona dose di Renato Vallanzasca e Xuxluxklan: ti riesce a fregare come vuole e basta. Devi andartene zitto e buono. Ti assicuro che se non pubblicherai questo mio commento, lo scrivero’ a ogni singolo blog del mondo, dall’Argentina al confine tra la Russia e il Giappone. Un cliente pentitissimo del totalmente incapace in finanza, del cagnaccio ma anche ciuccione in cose di Borsa, il super ciula in previsioni borsistiche, nonche’ super ladro e cocainomane, Paolo Barrai di Mercato Libero. Antonio Padovano di Ruvo di Puglia, ex generale, ex gladio, ex del sismi di Cesare Previti, ex golpe Borghese, ex terrorista nerissimo, ex P2 ( all’orecchio, se non all’oricchione…), ex banchiere vicino a Banca Mafiolanm, ops, sorry, Camorranum, ops, sorry, Ndrangolanum, ops sorry, Mediolanum dei porci del Credito di Cosa Nostra e Camorra: Massimo Doris, Ennio Doris e Giorgi Pirovano: a nooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooi!!!
    EVVIVA GIANFRANCO FINI, IO SON FASCISTA MA AMO FINI E ODIO BERLUSCONI, OOOO, L’HO DETTA TUTTA ORA, AVANTI, IAMM BELL, IA’.
    Ps E come se tutto questo non bastasse, l’omosessuale pervertito incapacissimo in previsioni finanziarie, Paolo Barrai di Mercato Libero si accoppia pure a mafiosi pedofili assassini come Giacomo Lagona di Cordenons alias ex Jack Lagona, a puttanone nazifasciste e fondatrici del nuovo Xuxluxklan, come la sanguinariissima Elisa Cogno di Alba, e pure a altre zoccole varie vicino a ndrangheta, terroristi di estrema destra e neold p due varie, come la maestrina di scuola, super ninfomane, Maria Grazia Crupi, insegnantina cacciatrice di uccelli, si, ma solo nei club prive’…altro che nei boschi, wagliunce’.
    Scusa, pappone mafioso pedofilo assassino Silvio Berlusconi, se sono come Fini e come gli autori della Piovra: ma il tuo lurido criminalisimo oscurantismo fa morti, migliaia di morti ( spesso sciolti con l’acido, come tu ben sai, schifosissimo pedofilo assassino Silvio Berlusconi; che altro non sei) la mia trasparenza salva migliaia di vite, fa vincere, rinascere, rendere l’Italia g3 ( in quanto al momento e’ g15 e non g6, a chi la vuoi dare a bere? mafioso killer porco pappone pedofilo Silvio Berlusconi, che e’ ora che vai davvero fuori dai cugghiuuuuuuuni, tu e la tua corte di bastardi killer come Giuliano Frocione Frocionazi Ferrara e la puttanona di sua moglie, baldraccona, Anselma Dell’Olio, anzi, Anselma piena di sifilide, gonorrea e clamidia, Dell’Olio)

  2. sono una cittadina italiana che segue la politica,e inizio subito col dire che il partito democratico deve assolutamente, secondo me, dire che la sua politica è a favore di berlusconi, una premessa nn sono contro il PDL, ma sono per una onesta’ intellettuale che questo parlamento e governo nn ha piu’. Ho òletto su alcuni giornali, e ho sentito le dichiarazioni di Bersani sul processo breve, e sono umiliata come cittadina perchè, il PD è a favore della prescrizione dei processi, e sopratutto Dalema, che dovrebbe fare molti passi indietro insieme ad altri parlamantari del PD e lasciare il passo ad altri che forse nn sono ancora contaminati dalla cattiva politica. Leggere sui giornali le parole che esprimono il pensiero di Bersani, Letta, Dalema, sui processi brevi, sulle organizzazioni “ammazzatecitutti, è stato una ulteriore conferma che se questo paese è ridotto cosi’ male, è anche colpa loro, e siccome Dalema fa politica da quando aveva i pantaloni corti, e dopo tutto quello che ha fatto di male a questo paese, vedi non legge sul conflitto di interessi e cosi’ via, vuol dire che dalema e il resto, sono implicati anche loro nel mal governo per un solo tornaconto e vale a dire il tornaconto solo ed esclusivamente per loro. E’ una vergogna,che il PD nn prova davanti agli italiani, e sopratutto è senza memoria del loro passato. Mi auguro che la gente italiana possa finalmente trovare il coraggio di fare passi molti grandi nei confronti di molti palramentari, anche una rivolta se è necessario, perchè peggio di cosi’ nn puo andare. Se avete il coraggio di riascoltarvi durante i dibattiti televisivi vi dovete rendere conto che siete alla pari del governo attuale e quando accusate Berlusconi accusate voi stessi perchè siete anche voi pochi di buono. E’ UNA VERGOGNA. MA IL TEMPO DEGLI ONORI E FINITA. LA GENTE NON E’ CRETINA O DISATTENTA COME LA VOLETE FAR SEMBRARE VOI, E NN DIMENTICA, ANZI E’ L’ESATTO CONTRARIO.
    UN AUGURIO A DI PIETRO PERCHè POSSA INTRAPRENDERE A TESTA ALTA UNA STRADA ONESTA E SOPRATUTTO NN FACCIA ALLEANZE CON NESSUNO.

  3. Frank Di Cerbo New York City

    Uno dei piu’ corrotti e schifosi, nonche’ putridi complici di Banca Mafiolanum Camorranum Riciclanum Mediolanum e’ lo sciacquone di cash della Ndrangheta di Buccinasco e Corscio, Paolo Barrai di Mercato Libero, un, addirittura, mandante di assassinii, uno cacciato a sberle da Citibank, in quanto nella stessa creava conti fittizi a favore dei criminalii creditizi Ennio Doris e Giorgio Pirovano di Banca Mafiolanum, Camoranum, CriminalMoneylaundryanum, Mediolanum ( piu’, del porco traviato Edoardo Lombardi di Banca Esperia, ex diarrea di Banca Complottanum, Nazifascistanum, TotoRiinanum Mediolanum pure) per far fare loro enormi dividend washing sul 1,99 per cento della Generali ( 1.99 pc, ovviamente, per, fraudolentemente, direi, anzi, malavitosissimamente, evitare costosissime opa), nel 1999. Operazione, per la quale, gli stessi malavitosi in cravatta Ennio Doris e Giorgio Pirovano di Banca Assassinanum, Cocainanum, Prostitutanum, Mediolanum, sfiorarono la galera ( salvati da che? dla primo scudo maiale e fiscale di Tremonti, o che caso, ooooo). E’ ora di fare una rivoluzione con la bava alla bocca, sfrenatissima, in Italia, e’ ora di far finire malissimo tutti i Berluscones. Frank Di Cerbo ( parente di chi caccio’ a sberle in faccia, il ladro schifoso assassino porco mafioso puzzone cesso Paolo Barrai, da Citibank)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...