Antimafia Duemila – I Verdi: ecco la mappa delle future centrali nucleari sul territorio italiano

Fonte: Antimafia Duemila – I Verdi: ecco la mappa delle future centrali nucleari sul territorio italiano.

Per il movimento ecologista le prime ad essere costruite saranno quelle di Caorso e Montalto di Castro.

MILANO – La prima centrale nucleare di Italia sarà con molta probabilità quella di Montalto di Castro in provincia di Viterbo. Poi, tra i possibili siti atomici, ci sono Caorso in provincia di Piacenza e Trino Vercellese (Vercelli) e per il deposito nazionale di scorie radioattive la località di Garigliano a cavallo tra le province di Latina e Caserta. È questa la mappa della distribuzione delle centrali nucleari fornita, a Roma davanti a Montecitorio, dai Verdi in chiusura di campagna elettorale.

//

LA MAPPA – «Il governo – osserva Angelo Bonelli, presidente dei Verdi – non ha avuto il coraggio di rivelare prima delle elezioni regionali i luoghi in cui verranno costruite le centrali» e in cui dovrebbero verranno «sprecati almeno 30 miliardi di euro dei contribuenti italiani». Ecco allora la cartina delle sedi che produrranno energia atomica, secondo le indicazioni dei Verdi:

  • Caorso (Pc),
  • Trino Vercellese (Vc),
  • Monfalcone (Go),
  • Chioggia (Ve),
  • San Benedetto del Tronto (Ap),
  • Scarlino (Gr),
  • Montalto di Castro (Vt),
  • Borgo Sabotino (Lt),
  • Garigliano (Lt-Ce),
  • Termoli (Cb),
  • Mola di Bari (Ba),
  • Scansano Jonico (Mt),
  • Oristano,
  • Palma di Montechiaro (Ag).

Una risposta a “Antimafia Duemila – I Verdi: ecco la mappa delle future centrali nucleari sul territorio italiano

  1. Tempo fa, circa un anno or sono, ho realizzato un sondaggio sul nucleare nella radio in cui lavoro, RadioLinea Numerouno. La maggior parte degli ascoltatori dissentiva, parecchi senza sapere perchè o solo per paura del nucleare. Chi approvava il nucleare non sapeva perchè, salvo rivelare che ci permette di essere liberi energeticamente… come se solare, eolico, geotermico non ci permettano questo!!!
    Ma soprattutto chi approvava il nucleare lo faceva purchè non gli mettessero la centrale sotto casa: a San Benedetto del Tronto, per esempio (la radio copre da Cesena al Gargano).
    Non sto giudicando le opinioni, ma certo che ho notato una totale mancanza di consapevolezza, di informazione e approfondimento, sia da chi approva, sia da chi dissente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...