Piero Ricca » Giorgio Napolitano

Fonte: Piero Ricca » Giorgio Napolitano.

Quando gli storici del futuro si chineranno sui reperti di quest’epoca politica, risalterà l’ipocrisia codarda di chi per dovere istituzionale avrebbe dovuto e potuto stabilire un limite all’eversione berlusconiana. Ma non l’ha fatto. In cima alla lista, tra gli ignavi, ci sarà il nome di Giorgio Napolitano.
Se n’è stato sempre in silenzio quando i magistrati venivano linciati dalla banda Berlusconi: mai una parola chiara, al massimo astratti inviti al rispetto reciproco, buoni per tutte le stagioni. Ora invita la magistratura all’autocritica, al recupero di un buon rapporto con la politica. Dopo caterve di diffamazioni e leggi per l’impunità di pochi, dentro una crisi morale e costituzionale di inaudita gravità, alla vigilia dell’approvazione della legge contro le intercettazioni e del “lodo Alfano” bis. Quasi volesse preparare il terreno, dare una mano a normalizzare il clima, legittimando una degenerazione che finge di non vedere o reputa ineluttabile, in vista delle “riforme condivise” da lui tanto caldeggiate, come s’addice più a un garante della Casta che della Costituzione. Come giudicarlo? O è sotto ricatto o è codardo di suo. Comunque è inadeguato: al ruolo e ai tempi. Quanta paura deve fargli l’ometto inceronato!

Lo diremo in piazza, con iniziativa ad hoc, con tanto di preavviso alla questura e ampia documentazione, in una delle prossime agorà, speriamo in compagnia dei tanti che in questi giorni ci hanno manifestato condivisione e solidarietà dopo lo spiacevole episodio con gli sgherri manzoniani sul set di piazza della Scala.

Una risposta a “Piero Ricca » Giorgio Napolitano

  1. Perchè non comincia il ns Presidente a dare l’esempio, facendo lui per primo un pò di autocritica? E perchè non la fanno i vertici della cosiddetta opposizione di centro-sinistra? Veltroni, in una delle sue ultime uscite disse che la sinistra di autocritica ne ha fatta anche troppo e perciò si perdevano le elezioni (non per le proprie incapacità), quindi era meglio non darsi mai per vinti e invece prendere es. da Mr B.Tale filosofia è stato un vero disastro per la sinistra che sempre più si è arroccata nella sua torre d’avorio a fumarsi il naghillè della’arroganza ,cieca e sorda ad ogni critica,come MULI senza più capacità rigenerativa.E quando Bersani in Tv ad Anno Zero, rispondendo a Travaglo scandisce che il suo partito” pretende rispetto” per quello che fa (non si è ben capito cosa), io vorrei ribadire a lui, ma anche ad altri che fanno finta di nn capire, che IL RISPETTO NON SI PRETENDE, SI MERITA!!!Allora la pretesa, ASSURDA, del Presidente può essere rispedita al mittente o protocollata nel registro dei NON-SENSE.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...