“Fuori la mafia dallo Stato”. A Como Dell’Utri contestato, abbandona il palco | Il Fatto Quotidiano

Segnali incoraggianti…

Fonte: “Fuori la mafia dallo Stato”. A Como Dell’Utri contestato, abbandona il palco | Il Fatto Quotidiano.

Il senatore azzurro era ospite del Parolario. Il suo intervento doveva ruotare attorno ai presunti diari di Mussolini

Al grido di “Fuori la mafia dallo Stato” e “Devi andare in carcere”, il Senatore Marcello Dell’Utri, ospite nel tardo pomeriggio a Como della rassegna Parolario dedicata all’universo dei libri ha dovuto abbandonare il palco e rinunciare all’annunciata presentazione dei presunti diari di Mussolini.

Una dura contestazione nei suoi confronti che era decisamente nell’aria da qualche giorno tanto che lo stesso Dell’Utri, che ha un domicilio a Torno, vicino a Como, aveva rinunciato a presenziare sabato all’inaugurazione.Urla, grida, spintoni: “Altro che in galera, devi essere appeso per i piedi” si è sentito qualcuno urlare. “Sei un mafioso, vergognati”, ha urlato qualcun altro aggiungendo “uno solo dovete portare dentro e lo sapete. Uno solo, lui”. Protagonisti della contestazione sono stati un centinaio tra ragazzini che si sono dati appuntamento dopo il tam tam su Facebook e un gruppo di attempati militanti a Rifondazione comunista.

L’incontro di oggi non ha avuto neppure inizio in quanto all’arrivo del senatore alla manifestazione un centinaio di persone ha immediatamente iniziato a protestare gridando slogan e Marcello Dell’Utri si è quindi allontanato dagli stand allestiti in centro città. La partecipazione del senatore alla manifestazione era stata nei giorni scorsi criticata dagli esponenti della sinistra di Como. La contestazione si è conclusa con un’intonazione spontanea di Ciao bella ciao.

Nel maggio scorso Marcello Dell’Utri è stato condannato in appello a sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa. Condanna, va detto, che non comprende gli anni delle stragi mafiose. Va anche ricordato che durante la conferenza stampa a poche ore dalla condanna dei giudici palermitana per l’ennesima volta aveva espresso stima al “suo eroe” Vittorio Mangano.

Una risposta a ““Fuori la mafia dallo Stato”. A Como Dell’Utri contestato, abbandona il palco | Il Fatto Quotidiano

  1. Finalmente si comincia a contestare pezzi del parlamento mafioso piduista, tentacolo del cefalopode annidatosi in tutti i meandri delle Istituzioni. Così come è stato boicottato il mafioso, bisogna iniziare a chiedere: fuori la PIOVRA dal parlamento. In 40 anni di attività truffaldine, con l’eredità piduista e Rasini, corrompendo e ricattando parlamentari di destra, centro, centro porporato e sinistra, si è fatto approvare leggi che hanno rimpinguato le sue casse a detrimento di quelle statali e mandato a puttane diversi processi, rafforzando la piovra creata dal Venerabile. Il Dux, ancora oggi, preso per i fondelli per l’ennesima volta il Popolo italico, vuole a tutti i costi l’impunità, dopo aver commesso crimini, vuole che lo si assolva. Chiedere ai politici futuri che siederanno in parlamento di approvare una legge che azzeri tutte le altre approvate che sono servite a lui iniziando nuovamente tutti i procedimenti a suo carico, potendo utilizzare la macchina della verità e annullare tutte le presrizioni, anche per tutelarlo dai Magistrati dalle toghe rosse e antropologicamente matti. Ma anche, per non fargli dire mai più che siamo un Popolo “cocones”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...