Pasquasia. Enna indaga sui veleni della miniera

Fonte: Antimafia Duemila – Pasquasia. Enna indaga sui veleni della miniera.

di Monica Centofante – 27 gennaio 2011
I veleni di Pasquasia sotto i riflettori della magistratura. A quasi vent’anni dalla chiusura della miniera di sali potassici della cittadina siciliana, la Procura di Enna ha avviato un’inchiesta per inquinamento ambientale. Delegando le indagini alla Digos della Questura e al Nucleo Operativo del Corpo Forestale. L’obiettivo è quello di verificare la presenza di percolato di rifiuti non controllati all’interno del bacino minerario e possibili sversamenti…

…negli affluenti del fiume Morello e nei terreni limitrofi, in cui sono stati disposti prelievi di materiale organico ed inorganico. Alto anche il rischio di dispersione di polveri e fibre contenenti amianto.

Nel corso di un sopralluogo tecnico, al quale ha partecipato il sostituto procuratore ennese Marina Ingoglia, sono già stati raccolti elementi utili a verificare lo stato del sito, l’eventuale contaminazione delle falde acquifere e la presenza di eternit. Mentre sono stati effettuati controlli anche nella zona in cui si trovano alcuni trasformatori sabotati all’inizio di quest’anno e dai quali sono state disperse oltre 2 tonnellate di olio elettrico nelle campagne.

Alla miniera di Pasquasia, chiusa apparentemente senza motivo nel 1992 mentre era in piena attività, si erano interessati in passato gli allora onorevoli Giuseppe Scozzari e Ugo Maria Grimaldi. Quest’ultimo, ex-assessore al Territorio e Ambiente alla Regione Sicilia, fortemente ostacolato nelle sue ricerche sulla miniera, aveva citato nel corso di un’intervista rilasciata a Ennaonline i risultati dello studio epidemiologico condotto dal dott. Maurizio Cammarata, oncologo all’ospedale di Enna. Che aveva rilevato nella zona un preoccupante incremento di casi di leucemia e tumori nell’ordine del 20% nel solo biennio 1995/96.
Un dato più che allarmante, accompagnato dal sospetto, più volte emerso nel corso degli anni, che la miniera di sali potassici avrebbe cessato l’attività estrattiva per ospitare nel suo complesso rifiuti nucleari (vedi articolo correlato).
Diversi gli indizi raccolti in questo senso e avvolti da un preoccupante silenzio. Come le analisi effettuate già nel 1997 dall’Usl che rivelavano la presenza intorno alla miniera di Cesio 137 in concentrazione ben superiore alla norma. O le dichiarazioni del pentito di mafia Leonardo Messina, già membro della cupola di Cosa Nostra, che lì aveva lavorato come caposquadra. Secondo il suo racconto – sul punto considerato attendibile dall’ex Procuratore nazionale antimafia Pier Luigi Vigna – le attività illegali, in questa zona, proseguivano dal 1984: quando l’Enea aveva avviato uno studio geologico, geochimico e microbiologico sulla formazione argillosa e sulla sua resistenza alle scorie nucleari. E quando funzionari del Sisde avrebbero contattato l’amministrazione comunale per richiedere il nulla osta a seppellire in loco materiale militare di non meglio specificata natura.

Le iniziative di Grimaldi e Scozzari non approdarono all’epoca ad alcun risultato concreto, ma le indagini ora aperte dalla Procura di Enna potrebbero dare nuove risposte.

ARTICOLO CORRELATO
Sicilia radioattiva: il caso Pasquasiadi Giorgio Bongiovanni e Monica Centofante

Annunci

Una risposta a “Pasquasia. Enna indaga sui veleni della miniera

  1. pur se vivo in lombardia,ho mio cugino che appena sposato,ha due bambini che come il padre sono tutti ciliaci,il papa’ recentemente e’ affetto da tiroidite esplosa in forma acuta,loro vivono a S.Cataldo.Secondo me dovrebbero abbandonare quella zona al piu’ presto,sicuramente la protezione civile gli potra’ dare una mano riguardo,quale zona incontaminata scegliere,nel caso sistemazione dell’ intera famiglia con la possibilita’ del lavoro,ecco se nel caso mi sapreste dare un indirizzo utile per dare eventualmente una dritta,dopotutto siamo in europa!abbiamo la croce rossa,la protezione civile la Polizia,iCarabinieri,e il Papa che spera nella fine dell’inverno e l’arrivo della primavera,gia’,da noi si dice “c hi vive sperando,muore ca…..ndo!arrivederci e grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...