Antonio Ingroia, aggressione a senso unico della politica

Fonte: Antimafia Duemila – Antonio Ingroia, aggressione a senso unico della politica.

«Altro che guerra tra politica e magistratura, siamo di fronte a un’aggressione a senso unico».

In un’intervista a «Left», domani in edicola, Antonio Ingroia, procuratore aggiunto di Palermo, parla di allarme per l’incolumità dei pm che indagano su mafia e politica e per la democrazia. Il magistrato denuncia «un Paese alla rovescia. Non mi piace l’autocommiserazione – dice – ma non c’è dubbio che la storia ci insegna che nelle situazioni di maggior difficoltà, come quelle in cui si trovano i magistrati nei territori controllati dalla mafia, la migliore difesa è il sostegno e la solidarietà. Quando anche nel circuito istituzionale tutto ciò viene meno e invece si dà luogo ad aggressioni, all’isolamento e alla denigrazione, è chiaro che si determina sovraesposizione e quindi aumento del rischio». «Siccome alle origini della nuova Repubblica c’è la stagione delle stragi – aggiunge – e ancora non si è scoperta tutta la verità, l’unica chance che abbiamo di crescere e diventare una democrazia matura è fare i conti con la nostra storia, quindi anche con la stagione stragista». «La mafia sta attraversando un momento di difficoltà come organizzazione militare – osserva – ma è una mafia finanziaria ancora molto forte, che è tornata nei salotti buoni della società italiana». Per Ingroia «le dichiarazioni del pentito Spatuzza sono state sottoposte a valutazioni molto rigorose. Se si vuole realizzare un risultato positivo, che è quello che ciascuno svolga la propria parte perchè la verità venga fuori, bisogna proteggere al massimo chi questa verità la sta facendo emergere». Spatuzza non è stato ammesso al programma di protezione.

Annunci

2 risposte a “Antonio Ingroia, aggressione a senso unico della politica

  1. E’ un mafioso il re di Arcore; lo è dai suoi atteggiamenti, comportamenti irresponsabili con le Istituzioni, denigrando la Magistratura che fa il proprio dovere con i minimi mezzi a disposizione, per combattere le mafie e i suoi crimini, per tentare di restituire al paese i denari da questi rubati.
    Sicuramente non è il mio presidente, ma di quell’accozzaglia di truffatori dei colletti che ben rappresenta: mafie e la confraternita massonica-clericale, tantè, che alle mafie e ai colletti suoi “fratelli”, dopo le numerose leggi in loro favore, ha confezionato lo scudo fiscale e l’anonimato per l’intera confraternita, per non confondere i suoi di denari con quelli di Totò e con la solita ammucchiata che lo hanno protetto dagli anni sessanta. Ma la Magistratura affratellata l’ha protetto più e più volte e mi fa specie che ancora si lamenta: vuole l’impunità a tutti i costi, per questo sputtana questo apparato Istituzionale.

  2. E’ un mafioso il re di Arcore; lo è dai suoi atteggiamenti, comportamenti irresponsabili con le Istituzioni, denigrando la Magistratura che fa il proprio dovere con i minimi mezzi a disposizione, per combattere le mafie e i suoi crimini, per tentare di restituire al paese i denari da questi rubati, lui li vuole affossare, crocifiggere.
    Sicuramente non è il mio presidente, ma di quell’accozzaglia di truffatori dei colletti che ben rappresenta: mafie e la confraternita massonica-clericale, tantè, che alle mafie e ai colletti suoi “fratelli”, dopo le numerose leggi in loro favore, ha confezionato lo scudo fiscale e l’anonimato per l’intera confraternita, per non confondere i suoi di denari con quelli di Totò e con la solita ammucchiata che lo hanno protetto dagli anni sessanta.
    Ma la Magistratura affratellata l’ha protetto più e più volte e mi fa specie che ancora si lamenta: vuole l’impunità a tutti i costi, per questo sputtana questo apparato Istituzionale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...