La Francia ci vende centrali nucleari, ma in patria punta sull’eolico | Informare per Resistere

Fonte: La Francia ci vende centrali nucleari, ma in patria punta sull’eolico | Informare per Resistere.

Dieci miliardi di investimenti per costruire 600 aerogeneratori, distribuiti in dieci parchi offshore e in grado di produrre 3.000 megawatt di potenza. Parigi guarda alle fonti alternative per il proprio sviluppo.

Mentre in Italia si moltiplicano gli sforzi della lobby nucleare e di quella del carbone per tentare di screditare in ogni modo l’eolico, presentato agli occhi dell’opinione pubblica come il più antieconomico e dannoso sistema per la produzione di energia, oltralpe il governo di Parigi guarda con crescente interesse al vento e alle sue potenzialità di sviluppo nel breve periodo. Con il duplice obiettivo di aumentare la quantità di energia prodotta dalle rinnovabili e di stimolare la nascita di una filiera industriale nazionale, la Francia avvierà a breve un piano d’investimento nell’eolico offshore che prevede la costruzione di 600 aerogeneratori, distribuiti in una decina di parchi eolici tra le coste della Normandia e della Bretagna, nel nordovest, e la regione della Linguadoca-Rossiglione, nel sud. Inizialmente la potenza complessiva degli impianti dovrebbe essere pari a 3.000 megawatt, ma l’obiettivo è quello di raddoppiarla entro il 2020. Secondo il ministero dell’Ambiente francese, il progetto richiederà un investimento di base di circa 10 miliardi, cui dovrebbero aggiungersene altri 5 nel corso dei dieci anni successivi.

Le gare d’appalto per le prime installazioni in mare aperto dovrebbero iniziare già a settembre; i progetti vincitori saranno poi tenuti sotto controllo per un periodo di 18 mesi per verificare la loro effettiva realizzabilità al costo previsto. In questo modo le autorità francesi mirano a scongiurare il rischio che siano selezionati programmi attraenti sulla carta ma concretamente irrealizzabili oppure eccessivamente onerosi. Come sottolineano gli esperti, infatti, l’eolico offshore è un settore ad elevato rischio, in cui gli imprevisti sono sempre in agguato. La realizzazione degli impianti sul fondale marino richiede analisi preliminari complesse e dettagliate, che comportano costi molto alti, e il governo francese vuole dunque evitare qualsiasi spreco. Anche per questo i bandi per le gare d’appalto privilegeranno la partecipazione di grandi consorzi, formati da gruppi energetici attivi nel settore eolico, come Gdf o Iberdrola, e produttori specializzati in tecnologie per l’energia, dalla Siemens alla General Electric. Sempre dalla Francia arriva un altro innovativo progetto per la produzione di energia dal vento. Sull’autostrada A6, tra Parigi e Lione, si sta sperimentando un’inedita pala eolica alimentata dallo spostamento d’aria causato dal passaggio di mezzi pesanti, come camion, pullman e autoarticolati. Per il momento la turbina è in grado di produrre solo 1,5 kilowatt, ma l’energia così accumulata può essere comunque impiegata per mantenere in funzione la segnaletica stradale, pannelli per i messaggi o videocamere.

Inoltre, come sottolineato dalla Cita Production, la piccola azienda di Lamarche-sur-Saône che ha sviluppato il progetto, il costo di un simile impianto è quasi del tutto ripagato dal risparmio sulle reti elettriche che sarebbe necessario realizzare per trasportare l’energia fino ai segnali luminosi. (Paolo Tosatti, Terra)

http://www.9online.it/blog_emergenzarifiuti/2010/08/26/la-francia-vende-nucleare-ma-in-patria-punta-sulleolico/

Annunci

Una risposta a “La Francia ci vende centrali nucleari, ma in patria punta sull’eolico | Informare per Resistere

  1. Pingback: La Francia ci vende centrali nucleari, ma in patria punta sull …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...