Giustiziato Bin Laden. Quando la presunta civiltà ha la ferocia di un club di assassini | Pietro Orsatti

Fonte: Giustiziato Bin Laden. Quando la presunta civiltà ha la ferocia di un club di assassini | Pietro Orsatti.

«Parmi un assurdo che le leggi, che sono l’espressione della pubblica volontà, che detestano e puniscono l’omicidio, ne commettano uno esse medesime, e, per allontanare i cittadini dall’assassinio, ordinino un pubblico assassinio».

Cesare Beccaria

Bin Laden era un assassino. Organizzatore di stragi. Ideatore e ideologo della violenza. Chi ha ordinato il suo omicidio, perché di questo si è trattato si è posto al suo stesso livello e si è esposto di fatto a qualsiasi tipo di critica, e purtroppo di reazione, da parte dei suoi nemici e avversari.

Ecco cosa emerge, come riportato dalla Reuters

“Era un’operazione per uccidere”, ha detto a Reuters un alto funzionario della sicurezza statunitense, sottolineando però che “se avesse sventolato la bandiera bianca della resa sarebbe rimasto vivo”.

La bandiera bianca? Ecco a questo link la testimonianza, via Twitter e in diretta, di alcuni abitanti di Abbottabad  sulle modalità di quello successo la scorsa notte. Un blitz. Velocissimo. Spietato. Per favore non diciamo ipocrite assurdità.

Che poi la persona che ha ordinato di uccidere Bin Laden sia anche vincitore di un premio Nobel per la pace, il presidente Obama, rende tutta questa vicenda ancora più raccapricciante.

Ora tutti temono le ritorsioni. Da alcune dichiarazioni sembra quasi che qualcuno ci speri.

Il direttore della Cia Leon Panetta ha detto oggi che al Qaeda cercherà “quasi certamente” di vendicare l’uccisione di bin Laden.

“Sebbene bin Laden sia morto, al Qaeda non lo è. I terroristi quasi certamente cercheranno di vendicarlo, e noi dobbiamo – e lo faremo – restare vigili e risoluti”, ha detto Panetta. (fonte sempre Reuters)

Uccidere per giustificare la propria esistenza.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...