Il popolo è sovrano- Blog di Beppe Grillo

Fonte: Il popolo è sovrano- Blog di Beppe Grillo.

Intervento integrale di Beppe Grillo all’ultima puntata di Annozero del 9 giugno 2011:

La RAI è finita
Intervistatrice – Bilancio di fine anno accademico, com’è andato quest’anno?
Beppe Grillo- Innanzitutto ringrazio dell’ultima ospitalità che mi fate, vorrei fare un’intervista all’insegna della pacatezza, non gridare perché sono contro questa politica urlata, basta, bisogna finirla. Innanzitutto vorrei ringraziare tutti dell’ascolto in questo momento che ha questa trasmissione,quindi se se ne va Santoro pazienza, se ne andrà anche la Gabanelli e se ne andrà anche la RAI perché è un motivo in più per non pagare il canone, lo faccio già da qualche tempo, siamo con un sito nel blog “Come non pagare il canone” è molto semplice, con vie legali, mandi 5,65 Euro con una raccomandata con ricevuta di ritorno, il numero del libretto, siamo quasi 300 mila, quando la RAI diventerà RAI come una volta, senza pubblicità e senza partiti dentro, noi riprenderemo a finanziarla molto volentieri.
Intervistatrice – Questo è un invito a non pagare il canone.
Beppe Grillo– Assolutamente, io non lo pago, quindi 5,65 Euro raccomandata con ricevuta di ritorno, richiedi che ti vengano piombati i canali RAI e loro manderanno qualcuno a piombarti i canali RAI per 5,65 Euro.
Intervistatrice – Però se lei non lo paga il canone già è insoddisfatto della televisione.
Beppe Grillo- Sono assolutamente insoddisfatto, non è più un servizio pubblico da anni, è una televisione privata, piena di politici, di giornalisti, di zecche di Stato che vanno lì a dire qualsiasi menzogna, perché oggi la televisione di Stato purtroppo è il ricettacolo delle menzogne come questo referendum che cercano di farlo slittare in tutte le maniere, questa è veramente una vergogna per una nazione civile che poi un politico, un uomo di Stato vada e dica di non andare a votare, dovrebbe essere perseguibile penalmente, perché puoi dire di andare a votare sì o no, parlo di un referendum, puoi dire di votare sì o no, ma di non andare a votare è un reato che si fa e adesso con i legali ci stiamo accordando a vedere se Formigoni, questa gentaglia che dice di non andare a votare, Bossi, sono perseguibili penalmente perché…
Intervistatrice – Il fatto che un Ministro dell’ambiente decida di non andare a votare, che segnale è?
Beppe Grillo- Questo è un reato, secondo me è un grande reato perché hanno una paura fottuta, innanzitutto devo dire una cosa: il nucleare non lo faranno mai anche se non raggiungessimo il quorum. Il nucleare in Italia è infattibile, non è fattibile primo perché succederebbe una guerra civile, secondo non ci sono i soldi, quindi sono più tranquillo sul nucleare perché… ma sull’acqua pubblica no, l’acqua è un business da miliardi di miliardi di Euro e è questo quello che non vogliono questi partiti perché sono dentro a tutte le multiutility, sono dentro le Spa dell’acqua e qui voglio dare un ringraziamento ai comitati, perché i comitati dell’acqua senza personaggi, senza uomini illustri, senza uomini di grido hanno raggiunto 1.400.000 firme, so cosa vuole dire di cittadini, si sono mossi i cittadini, hanno fatto una legge popolare di 400 mila firme, un referendum di 1.400.000 firme senza televisioni, senza grandi sponsorizzazioni, sono i cittadini che si sono mossi, vi devo dire che avete tutta la mia ammirazione, avete tutti il mio aiuto se lo volete richiedere sono disponibile per qualsiasi cosa. Detto questo è una fregatura incredibile questa dell’acqua, adesso voglio darvi dei dati precisi perché il fatto di disaccorpare il Fukushima dentro che non si aspettava nessuno, se non ci fosse stato l’incidente in Giappone sul nucleare non avremmo raggiunto il quorum perché non ci sarebbe stata questa spinta del nucleare per Fukushima quindi erano tutti d’accordo. Tutti insieme appassionatamente hanno fatto una riunione e hanno votato se accorpare il referendum alle elezioni o no e per un voto non è stata accorpata, è stata messa il 12/13 giugno. Voglio fare i nomi e i cognomi di chi non è andato a votare, perché per un voto noi potevamo seppellire il nucleare, seppellire l’acqua pubblica, il legittimo impedimento, l’avremmo già sepolto con le elezioni perché c’era il traino, l’avremmo già sepolto, se non l’abbiamo sepolto i responsabili devono pagare, metterci la faccia, nomi e cognomi e voglio i danni perché questo disaccorpamento è costato a noi cittadini 320 milioni, voglio i danni, vi dico i nomi di chi non è andato a votare. Voglio ricordarli in ordine alfabetico così non facciamo delle preferenze: Beltrandi, Capano, Cimadoro, Cirielli, D’Antona, Farina, Fassino, Fedi, Gozi, Madia, Mastromauro, Porcino e Samperi, ricordo che sono 13 persone 10 del PD, due dell’Italia dei Valori che uno si è alzato un attimo prima della votazione, spero che Di Pietro se mi sente li mandi via con ignominia e li denunci per danni, ognuno di loro deve risarcire 1/13 dei 320 milioni che costa questo disaccorpamento, 1/13 sono 24.615.000 che devono tirare fuori questi signori che ho nominato, se non ce l’hanno personalmente, i loro partiti preleveranno dai loro rimborsi elettorali che sono furto delle tasse degli italiani perché c’è stato un referendum per non avere i finanziamenti dei partiti e loro li hanno cambiati in rimborsi elettorali, prenderanno dai loro rimborsi elettorali e risarciranno il popolo italiano di 320 milioni di lire. Questo Fassino non è mai dove serve, Fassino era deputato e mentre era deputato non ha dato le dimissioni e si è fatto la campagna elettorale per diventare Sindaco di Torino, l’ha fatta essendo ancora deputato, con soldi pubblici e lui non c’era a votare e fa adesso il Sindaco. Fukushima li ha distrutti, li ha distrutti queste centrali di quarta generazione di cui parlavano il PD Bersanetor, c’è un discorso meraviglioso sulla quarta generazione, bisogna stare insieme, il progresso, la quarta generazione si è annichilita, completamente annichilita non c’è mai stata, non c’è quarta generazione, quello finlandese è bloccato lì che non si sa se la finiranno, costa già 7 miliardi di Euro, ma dove vogliono andare? Tutti i loro sponsor si sono azzerati come mosche con l’insetticida, parliamo della destra, della Prestigiacomo, di Scaiola, parliamo di questi vettori del nulla, questi, non so come chiamarli, parlo di Veronesi e di Chicco Testa che sono dei piazzisti di imprese funebri, sono stati spazzati via da Fukushima, tieni presente che non se l’aspettavano, poi c’è stato questo bieco tentativo del cadavere Berlusconi, di cambiare il referendum all’ultimo momento e la consulta meno male, ringraziamo, ci ha dato torto finalmente, il cadavere dovrà rientrare nella bara!

 

La metastasi delle società private dell’acqua
Intervistatrice – Questi sono i tentativi del centro-destra…
Beppe Grillo- Centro-destra e centro-sinistra! Guarda che qui i partiti non sono tutti uguali, né destra né sinistra perché per l’acqua se andiamo a vedere c’entra molto più il centro-sinistra che il centro-destra, parliamo del PD.Intervistatrice – Renzi ha detto che voterà 3 sì e un no, ma proprio sull’acqua.
Beppe Grillo- L’ebetino di Firenze deve ricordarsi che il garantire il 7 % ai finanziamenti di chi investe sull’acqua è pazzesco! Già nella sua città voglio che la gente sappia queste cose, già nella Toscana perché parliamo di Toscana, di Emilia Romagna, di Puglia, Campania dove c’è il PD da 20 anni che gestisce acqua, rifiuti, energia con le loro multiutility, vediamo chi sono le multiutility perché bisogna anche capire chi sono! Noi abbiamo due grandi multinazionali che sono Veolia quella citata da Bersani quando ha detto questo famoso discorso a Carpi che abbiamo messo in rete, bellissimo, quando ha detto che “l’acqua è di Dio, poi passa e ritorna a Dio, nessuno la vuole privatizzare, se poi in mezzo ci mettiamo per la gestione integrata la Veolia” quindi acqua di Dio in mezzo la Veolia e ritorna a Dio, con la Veolia tramite questi… sono fantasmi questa gente! Ti dico chi sono questi: Veolia e Suez sono due multinazionali, la Veolia è stata mandata via a calci nel culo dal Comune di Parigi che in 5 mesi, adesso è pubblica l’acqua di Parigi, ha ridotto le tariffe del 40%, risparmiando 80 milioni di Euro, sta andando via da Atlanta, sta andando via da Monaco, la stanno mandando via da Berlino e noi vorremmo dargli i servizi integrati per la gestione? Perché loro lo sanno fare. Vi dico chi sono queste società: partiamo dalla Suez, la Suez in Italia possiede Ondeo che ha partecipazioni in Acea, Intesa Aretina, Publiacqua, Acque Spa, Acque blu fiorentine, Acque blu Arno Basso, Acque Toscane, Acquedotto del Fiora, Acque e Ombrone, tutte Spa. La Veolia è presente direttamente nelle compagnie generali delle Acque Spa, la società dell’acqua potabile di Sestri Levante, la società italiana esercizi acquedotti di Torino e la partecipata Acqua Latina e la Geal. I casi più clamorosi che stanno succedendo adesso e di società pubbliche ora in borsa, diventate a tutti gli effetti Spa, sono Hera che prende Emilia fino a Modena, fino al mare e poi sono Acea e Iren Spa.
Intervistatrice – Lei sta accusando la sinistra di avere le mani in pasta
Beppe Grillo- Accusando? Sto portando le prove, oggi il Comune di Bologna, il Comune di Modena e il Comune di Ravenna stanno dibattendo un Consiglio per aumentare le tariffe del 10% perché gli utenti di Bologna, Modena e Ravenna hanno consumato meno acqua! Per rispondere alla prima domanda che mi hai fatto sull’ebetino di Firenze, nel 2005 le famiglie di Firenze, Prato, Pistoia, Empoli, Mugello, Val di Seve consumano non 92 milioni di metri cubi d’acqua come era predestinato, ma ne consumano meno 84 milioni, perché? Perché hanno fatto una campagna di risparmio, perché c’è la crisi, perché l’acqua costa… hanno risparmiato i cittadini, è un bel gesto risparmiare l’acqua, è preziosa! Cosa fa l’Ato? L’Ambiente territorio ottimale, l’Ato dice: riconosce a Publiacqua , quella che gestisce l’acqua di queste città che ti ho detto, un conguaglio per i mancati introiti, chi paga? I cittadini pagano, visto che questi 33 milioni di risparmio di acqua sono mancato introito per il gestore, verranno spalmati sulle bollette dell’acqua, tu risparmi e il risparmio ti viene addebitato sulla tua bolletta dell’acqua, ma tu pensa questa gente se non sono disonesti! E’ pazzesco!

 

I cittadini nelle società di gestione dei beni pubblici
Intervistatrice – Renzi parla della sua onestà e dice: Grillo non è affidabile, non è coerente..
Beppe Grillo- Io non sono un Sindaco, sono un comico, non sono affidabile! Non sono affidabile per niente, sono il più disonesto del mondo, va bene? Non dovete votare me, non sono candidato, mi guadagno i soldi con il mio lavoro, pago le tasse, con queste tasse paghiamo gli stipendi di questi ebetini di Firenze, paghiamo le tasse con tutti, sono un privato cittadino che si è messo in gioco per dire delle cose ma me le dovete far dire! Perché la Costituzione prevede, vi leggo l’articolo, l’Art. 43 dice: “ai fini di utilità generale, la legge può riservare originariamente o trasferire mediante espropriazione salvo indennizzo allo Stato e a enti pubblici o a comunità di lavoratori o di utenti, determinate imprese o categorie di imprese che si riferiscono a servizi pubblici essenziali o a fonte di energia o a situazione di monopolio che abbiano carattere preminente di interesse generale”, vuole dire che la Costituzione afferma che beni di rilevanza pubblica, come l’acqua, possono essere dati e gestiti dai cittadini. Quello che vogliamo fare noi è questo: che è di un consorzio pubblico con cittadini che si candidano per la presidenza o per il Consiglio di Amministrazione con un curriculum, votati in rete dai cittadini, bilanci trasparenti messi in rete, controllati, vidimati e descritti attraverso la rete e determinati dai cittadini, è semplicissima la politica, solo che i cittadini sono tagliati fuori da qualsiasi decisione, anche la nostra Costituzione che prevede delle cose così, non ha previsto che possiamo solo come cittadini fare dei referendum abrogativi, togliere le cazzate di quella gente, possiamo solo togliere le cazzate di questa gente, allora dobbiamo inserire nella Costituzione che si possono fare i referendum propositivi senza quorum e poi per esempio le leggi popolari, continuiamo a fare leggi popolari, ne ho fatta una anche io di 350 mila firme, ma la Costituzione non ha l’obbligo della discussione in Parlamento, deve diventare obbligatoria la discussione? Sono 4 anni chiedevamo: via i condannati dal Parlamento, due legislature, il voto di preferenza, la legge elettorale, ci hanno accusato dell’anti politica, la sinistra ci aveva detto che noi siamo ostili, ostili perché vogliamo togliere i condannati dal Parlamento per avere l’acqua pubblica, per avere queste cose, siamo ostilissimi, ma mi devo calmare. Queste 350 mila firme sono nella cantina del Senato, allora calmo ti dico e ti do del tu perché non ho nessuna stima di te caro Schifani, caro Schifani cosa cazzo vuoi fare di queste 350 mila firme, vuoi che ce le veniamo a prendere? Vuoi che i 350 mila cittadini non facciano niente ma ti diano lo stipendio? Noi non vogliamo potere come Movimento Cinque Stelle che sono cittadini, noi non vogliamo cambiare il potere, vogliamo cambiare la civiltà, i cittadini che si occupano della cosa pubblica attraverso altri cittadini e controllati dai cittadini, è una democrazia dal basso che non c’è mai stata. Voglio chiudere questa discussione perché non si può pensare di andare avanti con questi trucchetti mistificatori che fanno queste persone, vanno in televisione a dire di non andare a votare sul referendum, il referendum va votato, va votato assolutamente, va votato per dare un colpo definitivo e è un colpo di democrazia, questa è una cosa che dobbiamo gestire noi cittadini, andare lì e mettere 4 sì meravigliosi, sì… proprio metti sì, sì, sì, è un orgasmo democratico. Per la prima volta possiamo farlo tutti insieme, quindi vi abbraccio, abbraccio Santoro, vattene da quella struttura, vai via da quella struttura e fai una trasmissione senza politici, senza questa gentaglia, li stai traghettando, sono morti, non sanno più cosa dire, adesso appendono il cappello alla trasformazione, non devono apprendere il cappello a niente, la trasformazione sta arrivando dal Maghreb, dalla Spagna in Inghilterra a Brighton, sta passando per altre zone, è arrivata anche qua, è una trasformazione mondiale di un vento per far sparire partiti, partitocrazia, questa gente, questi trombati dei partiti che li ritrovi nei consigli di amministrazione di qualsiasi multiutility, basta gestire inceneritore come gestire l’acqua, basta! Basta, fanno gli inceneritori e poi vogliono garantiti 500 tonnellate di rifiuti al giorno, i cittadini fanno la differenziata che ci sono meno rifiuti vanno in penale e i cittadini pagano la penale perché fanno la differenziata, è questa la struttura, fanno queste cose, vuoi fare un’autostrada la fai, mi garantisci 30 anni di pedaggio, se non hai 30 anni di pedaggio i cittadini pagano le penali, basta!
I cittadini non pagano più penali a nessuno, i cittadini vanno dentro le istituzioni e le gestiscono, molto, molto meglio di questi chiodi che avete lì, di queste zecche di Stato!
Fuori dalle palle, destra, sinistra fuori! I partiti sono una roba messa lì tra noi e il bene comune, facendoli fuori gestiamo noi il nostro bene comune, altrimenti non c’è futuro in questa Italia!
Le società di rating hanno detto che se passa il referendum sull’acqua, che diventa pubblica, abbassano il rating sull’acqua di quelli che investono. Abbassano gli investimenti, il rating, le banche non daranno più investimenti da investire sull’acqua delle multinazionali e allora Hera, Publiacqua, queste Spa dopo il referendum quanto potranno valere queste società? Ve lo dico io, zero, ecco perché sono tutti… adesso devono fare dei carpiati con triplo avvitamento questa sinistra, carpiati… perché la destra vedi mi fa meno incazzare perché sono cadaveri, è gentaglia, sai che sono dei disonesti, sono messi lì, sai che è un disonesto, ma i finti amici, quelli che fanno finta di fare le osservazioni e poi sono d’accordo e fanno slittare il referendum dalle elezioni, lo fanno slittare e lo fanno mettere in 12/13 giugno, porca puttana mi fanno più incazzare quelli, ma mi devo calmare. Santoro vai via oppure fatti un account sulla rete, fai pagare, ti garantisco che ti paghiamo e ti paghiamo mensile, 3, 5 Euro a testa per milioni di persone, fai i soldi che vuoi! Lascia perdere sponsor , lascia perdere gente, ascolti, fai una bella trasmissione fatta di persone normali e manda a ‘fanculo tutta quella gente, scusate ho detto una parolaccia ma sempre con toni molto messi e dismessi, quindi vi abbraccio e Padre Mariano è un dilettante in confronto mio oggi.

 

Gli inciuci dei partiti
Intervistatrice – Quindi lei è convinto che questo referendum ha un peso politico, no? Avrà un peso politico? Allora perché Di Pietro proprio adesso dice: bisogna, depotenziare il significato politico…
Beppe Grillo- Questa è la più grande mossa di democrazia, Di Pietro ha fatto un referendum sull’acqua che poi gli ha cassato la Cassazione perché voleva mantenere il 7% degli investimenti, lui era dall’altra parte, poi si è rinsavito, quando due dei suoi saranno mandati via a calci nel culo e pagheranno ognuno la quota di danno che hanno fatto per avere scorporato il referendum dalle elezioni potrò essere convinto di quello che dice.
Intervistatrice – Quindi ha un carico politico o no questo referendum?
Beppe Grillo- Tutto, ma scusa l’acqua non ha un carico politico? Cos’è la politica? La gestione dell’energia? Voglio che l’energia si faccia un piano e si dica: entro il 2030 usciamo da tutti i fossili del mondo e andiamo con l’energia rinnovabile almeno per l’elettricità 2030, 2050, 2080 tutta l’energia fatta con le energie rinnovabili, dobbiamo mettersi lì e dire: cos’è la crescita, la crescita non può continuare, la crescita ha più effetti negativi che positivi, dobbiamo capire cos’è la tecnologia, la tecnologia è un airbus o un dirigibile? Perché secondo me la tecnologia nuova è il dirigibile, non è l’airbus , non è fare treni da 600 all’ora, fare treni da 200 all’ora, fare macchine da 130 all’ora, ma non farne neanche più di macchine, ma se si fanno da 130 all’ora, non da 200, allora bisogna mettersi lì e dire: cosa vogliamo, cosa vogliamo per i nostri figli, questa gente non ha una dimensione di futuro, ce l’ha di 5 minuti, non sanno di cosa parlano, sono soldi, loro parlano di soldi, quando parli di politica con questi parli di soldi, di investimenti, di investimenti garantiti da una legge, il 7%, ma quale imprenditore ci ha garantito il 7% di introito? L’acqua non è una merce che puoi dare in gestione o mettere, investire o non investire, arrivano tutte le multinazionali del mondo, l’energia, la dobbiamo prendere noi cittadini, l’energia cittadini, l’acqua i cittadini, scuola i cittadini, la sanità i cittadini, che si prendono il resto, che si vadano a prendere tutto il resto, stanno spolpando tutto, De Benedetti si prende l’energia con le sue centrali a carbone e poi prende i finanziamenti per le rinnovabili, Benetton si prende i soldi per le autostrade, il cadavere Berlusconi si prende l’etere e Bersani si prendono l’acqua, ma basta, fuori dai coglioni! Fuori! Andate fuori!
Intervistatrice – Venerdì ci sarà la conclusione della campagna referendaria in piazza, ci sarà il PD, ci sarà l’Italia dei Valori …
Beppe Grillo- Voglio vedere le facce come il culo! Di questi di sinistra che parlano e poi hanno l’acquedotto pugliese, quello più grande… come fanno a parlare? Bersani come fa a parlare? Bersani è andato a fare un discorso dell’acqua di Dio a Carpi che l’acqua deve tornare a Dio ma deve essere gestita da una multinazionale, gestita da un’azienda privata perché noi non sappiamo gestire, tu non sai gestire! Bersani era quello che mandava le lettere ai medici dell’Emilia Romagna che gli chiedevano una moratoria per l’inceneritore perché fa dei danni alla salute, fa morire di tumori e lui ha minacciato dicendo a Mastella di intervenire, perché i medici non si devono permettere di intervenire quando è una questione di industria, non di salute, questo è il Signor Bersanetor quello della biomassa, adesso cambiano gli inceneritori in biomassa e la biomassa come quello di Ravenna, ma stai scherzando? Hanno il bioporto lì ma la biomassa da dove arriva, perché la gente pensa la biomassa brucia un po’ di foglie, pulisco i boschi e faccio un po’ di energia che sarebbe anche intelligente farla, cazzo ma dov’è? Ma guarda Scotti? Scotti bruciava camion, ha fatto venire tumori a mezza Pavia e faceva il riso cazzo, perché sono sovvenzionati, perché prendeva 30 milioni all’anno per fare energia con il suo cazzo di biomassa che doveva invece bruciare i suoi rifiuti, fanno così! A Ravenna fanno arrivare il proponente della biomassa che è l’olio di palma dall’Indonesia e dalla Malesia, perché hanno le sovvenzioni, basta! Sovvenzioni non ve ne diamo più! Basta, libero mercato significa far dire alle cose le cose vere, sono palle, sono prezzi nascosti, il nucleare ha un prezzo nascosto, se risparmi l’acqua ti aumentano la bolletta!Non ci starò mai e farò della battaglia fino alla morte, mi dovete sopprimere, arrestare, fate quello che volete ma basta, voi dovete andare via e se non andate via spontaneamente con pace, con parsimonia e con letizia e mestizia vi manderemo via noi!

 

Politica senza soldi
Intervistatrice – Ma qual è la fase costruttiva?
Beppe Grillo- La fase costruttiva è dare in mano la gestione della politica e del bene comune ai cittadini, non ai partiti politici, è questo il grande cambiamento, di questi non ne voglio parlare, me li tirate sempre fuori perché non avete neanche organicamente le parole per discutere di una politica nuova. Intervistatrice – Ci spiega però il successo di Pisapia e De Magistris a Milano e a Napoli?
Beppe Grillo- E’ l’insuccesso dell’altra parte, è sempre il meno peggio! Non discuto della persona, non la conosco neanche, so che è l’Avvocato di De Benedetti, quindi di cosa parliamo? So che ha gli architetti di Ligresti che metterà dentro, so che vorrà ristrutturare un po’ l’Expo, ma non ha detto no all’Expo che è una puttanata gigantesca l’Expo, un’idea dell’800 infatti ci eravamo noi e la Turchia che abbiamo combattuto per avere l’Expo, noi e la Turchia e basta non si è presentato nessuno! Perché con i mezzi tecnologici oggi puoi far apparire in tre dimensioni un oggetto dall’altra parte del mondo senza muoverti, non che fai delle strutture in cemento per esporre un seme, ma siamo deficienti! Sono solo speculazioni, cemento speculazioni e soldi, è questa la politica, soldi! Noi abbiamo dimostrato che la politica la possiamo fare senza soldi, senza! 4000 Euro abbiamo messo 10 consiglieri di rione a Milano e un consigliere dentro il comune con 4/5 mila Euro, perché sono ragazzi che si autosovvenzionano, abbiamo rinunciato ai rimborsi, vogliamo che i cittadini entrino dentro, io sono un mistificatore, ricordatevelo, non fidatevi di me, sono un delinquente, quello che stanno dicendo tutti su di me, stanno dicendo 5 anni di cose, non sono in gioco io, anche se credete queste cose che io sia un delinquente, benissimo, non sono io che mi presento al voto, non sono io che prendo gli stipendi con le vostre tasse, io non prendo niente, guadagno del mio lavoro, se sono un delinquente non comprare i libri, i Dvd, non venite sul blog che è gratuito, il Movimento è gratuito, mi sono messo a disposizione primo per i miei figli e poi per dare una mano per buttare via questa gente e passare da una democrazia di partiti a una democrazia dei cittadini, quindi o cittadini o sudditi, qui è quello che dobbiamo votare o cittadini o sudditi! Vi voglio bene lo sapete, che poi in fondo vi voglio bene, poi lo sapete che in fondo non sono un delinquente, voi lo sentite io lo so che lo sentite, quindi 4 sì, sì, sì, sì, sì, un orgasmino democratico è una sensazione fantastica!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...