Archivi tag: Mike Prysner

YouTube – Iraq: Our real enemies / I nostri veri nemici

Un video avvincente in cui il veterano Mike Prysner ci racconta delle atrocità e dell’inutilità della guerra

YouTube – Iraq: Our real enemies / I nostri veri nemici.

Trovavo difficile essere orgoglioso del mio servizio, invece riuscivo a provare solo vergogna.

Il razzismo non può più coprire la realtà dell’occupazione.

Queste sono persone, sono esseri umani. Da allora provo vergogna ogni volta che vedo un anziano come quello che non riusciva a camminare, che abbiamo trasportato in barella e ordinato alla polizia irachena di portare via.

Mi sento colpevole ogni volta che vedo una madre con bambini
come quella che piangeva istericamente e strillava che siamo peggio di Saddam perché la stavamo trascinando via da casa.

Mi sento colpevole ogni volta che vedo una ragazzina come quella
che ho trascinato in strada.

Ci dicono che stiamo combattendo il terrorismo, ma i veri terroristi eravamo io e questa occupazione.

Il razzismo è stato a lungo uno strumento per l’esercito per giustificare distruzione e occupazione. E’ stato usato a lungo per giustificare l’uccisione, la sottomissione e la tortura.

Il razzismo è un’arma fondamentale per questo governo. E’ un’arma più importante di un fucile, di un carro armato o di una corazzata. E’ più devastante di un proiettile di artiglieria, delle bombe anti-bunker o di un missile tomhawk. Anche se tali armi sono create e possedute dal governo esse sono innocue senza che ci sia gente disposta a usarle.

Quelli che ci mandano in guerra non devono premere il grilletto o sparare colpi di mortaio. Non devono combattere la guerra,
gli è sufficiente “vendere” la guerra. Hanno bisogno di un pubblico
disposto a mandare i soldati al fronte Hanno bisogno di soldati disposti ad uccidere ed essere uccisi senza fare domande. Possono spendere milioni per una bomba, ma quella bomba diventa un’arma solo quando ci sono militari disposti a obbedire e usarla.

Possono mandare soldati ovunque nel mondo ma ci sarà una guerra solo se ci saranno soldati disposti a combatterla

La classe dominante, i miliardari che traggono profitto dalle sofferenze umane, a loro importa solo spendere le loro ricchezze
per controllare l’economia mondiale. Capiscono che il loro potere consiste nell’abilità di convincerci che la guerra, l’oppressione
e lo sfruttamento sono nel nostro interesse. Capiscono che la loro ricchezza dipende dalla capacità di convincere i lavoratori a morire
per controllare il mercato di un’altro paese, e convincerci ad uccidere e a morire dipende dalla loro abilità nel farci credere di essere in qualche modo superiori.

I soldati, marinai, marines, aviatori non hanno nulla da guadagnare
da questa occupazione. La maggioranza delle persone che vivono negli USA non ha nulla da guadagnare da questa occupazione. In realtà non solo non abbiamo nulla da guadagnarci, ma soffriamo di più a causa sua.

Soffriamo mutilazioni, traumi e perdiamo la vita. Le nostre famiglie devono vedere bare venire interrate avvolte da una bandiera.

Milioni di persone a cui mancano l’assistenza sanitaria, il lavoro, l’istruzione guardano inerti il governo sperperare
450 milioni al giorno per quest’occupazione.

I lavoratori di questo paese vengono mandati ad uccidere lavoratori di un altro paese per rendere i ricchi più ricchi.

Senza razzismo i soldati capirebbero che abbiamo più in commune con la gente dell’Iraq che con i miliardari che ci mandano in guerra.

Ho sbattuto famiglie per la strada in Iraq, solo per tornare a casa e vedere in patria famiglie sbattute per strada per questa tragica crisi del debito.

Dobbiamo svegliarci e capire che i nostri veri nemici non sono in qualche paese lontano, non sono persone sconosciute e culture che non capiamo.

I nostri nemici li conosciamo bene: il nemico è un sistema
che fa la guerra quando la guerra crea profitto, il nemico sono gli amministratori delle aziende che licenziano per fare profitti, sono le compagnie di assicurazione che ci negano l’assistenza sanitaria, sono le banche che ci tolgono le nostre case per ottenere profitto.

I nostri nemici non vivono a ottomila km di distanza, essi sono qui.

Ma se ci organizziamo per lottare insieme alle nostre sorelle e fratelli possiamo fermare questa guerra, fermare il governo
e creare un mondo migliore.

Citazione:

Se la tirannia e l’oppressione
verranno in questo paese
saranno sotto forma di lotta
contro un nemico straniero…

La perdita di libertà in patria è attribuita
alle misure  contro il pericolo
vero o falso che esso sia
-James Mudison

video originale di ThePhaedrus83

http://www.youtube.com/watch?v=akm3nYN8aG8