Archivi tag: monnezza

Piero Ricca » Una montagna di balle

Piero Ricca » Una montagna di balle.

Dal 2003 al 2009, un gruppo di videomakers ha documentato la cosiddetta emergenza rifiuti campana per svelarne gli ingranaggi, individuare responsabilità e attori di quindici anni di gestione straordinaria. Uno spettacolo costato miliardi di euro e decine di processi in corso. Ma dove finiscono i rifiuti campani? Quali sono le ferite di una terra bruciata e i danni alla salute di milioni di persone? Il più grande disastro ecologico dell’Europa occidentale raccontato dalle voci delle comunità in lotta per difendere il proprio futuro: l’assalto ai fondi pubblici, le zone d’ombra della democrazia, il boicottaggio della differenziata, le collusioni con le ecomafie e le proposte di chi si interroga seriamente sulle alternative. E se vivere in emergenza fosse solo una strategia per accumulare profitti?


Antimafia Duemila – Rifiuti: De Magistris, discarica Chiaiano al cesio 131?

Antimafia Duemila – Rifiuti: De Magistris, discarica Chiaiano al cesio 131?.

La discarica voluta da Berlusconi a Chiaiano (NA) è un sito di stoccaggio per materiali tossici e per arricchire la camorra dei rifiuti?.
E’ quanto chiede Luigi de Magistris, eurodeputato dell’Italia dei Valori che sul suo profilo Facebook racconta che qualche giorno fa le forze dell’ordine avevano “bloccato e sequestrato un camion con un carico di materiale tossico e forse radioattivo destinato ad essere sotterrato nella discarica di Chiaiano”. “Si parla anche di Cesio 131 – aggiunge l’ex pm – ma spetta ora alla magistratura accertarlo. Si è tentato di tutto per nascondere la notizia. E’ un diritto dei cittadini sapere. E questo sarà un mio preciso e doveroso impegno”. “Il tentativo, fortunatamente sventato – prosegue – è l’ennesimo e spregiudicato episodio dell’uso criminale delle discariche da parte di delinquenti. Di rifiuti velenosi messi sottoterra in Campania e dei danni che essi hanno creato sono piene le cronache”. “L’immondezzaio di Chiaiano – conclude De Magistris – fortemente voluto da Berlusconi e Bertolaso per seppellire i rifiuti, che loro sostengono di aver tolto dalle strade di Napoli, è l’ennesimo posto in cui ogni porcheria inquinante può essere abbandonata con grave danno per la salute dei cittadini e per l’ambiente”.